Nasce un nuovo partito politico a Gran Canaria

Hablemos Ahora è un nuovo progetto politico che nasce a San Bartolomé de Tirajana  dal desiderio e dall’entusiasmo di un gruppo di persone  deluso dal modo in cui operano le altre forze politiche e che, mettendo da parte gli interessi personali, rivendica la difesa degli interessi reali e concreti tanto delle Canarie quanto quelli dei comuni che ne sono il principale motore economico. 

HABLEMOS AHORA è una formazione che all’interno di una cornice ideologica centro liberale ha con sé la condizione implicita di considerarsi costituzionalista, con una componente autonoma, con ambito di competenza locale ma con grande influenza anche a livello insulare. 

Il progetto politico rivendica una società aperta in cui i diritti dei cittadini siano difesi e soprattutto che la libertà e l’uguaglianza siano proclamate come valori essenziali.

Il Benessere, il Welfare, la Difesa dei Diritti e la Partecipazione dei Cittadini sono altri punti fondamentali che la nuova formazione politica difende.

La nuova forza politica vuole far sì che Gran Canaria torni a essere protagonista, un’isola con un grande impulso economico per un miglioramento delle infrastrutture, della Sanità, dell’Università, dell’Amministrazione Pubblica, dell’Energia ecc. 

Francisco Perez

Il Presidente di Hablemos Ahora, Francisco Perez Lopez, è stato consigliere di San Bartolomé de Tirajana e consigliere al Cabildo di Gran Canaria.


In questo nuovo viaggio, motivato da un progetto che cerca soluzioni ai reali interessi di Gran Canaria, è accompagnato da un gruppo di persone con rinnovata energia che credono in questa linea di lavoro in un momento attuale in cui la politica gioca un ruolo molto importante per i cittadini.

Tra i fondatori del partito, oltre naturalmente al Presidente Francisco Perez, Nicolás Arroyo Pizarro e l’ex  consigliere Miguel Peña  Macías, c’è una italiana Anna Maria Carè, tesoriera del partito.

Anna Maria Carè

Anna Maria Carè,  che ha trascorsi politici, conta sulla partecipazione dei suoi connazionali affinché ci possa essere una unione, un dialogo aperto per arrivare a un obiettivo comune.

Sarebbe fondamentale per gli italiani che hanno scelto Gran Canaria come seconda patria, avere un portavoce per integrarsi completamente e per portare avanti le loro istanze in una gestione comune. 

In questi tempi difficili a causa della pandemia, i residenti hanno più che mai bisogno dell’Amministrazione, poiché le ripercussioni economiche aumenteranno in un comune come San Bartolomé de Tirajana, principale motore economico di Gran Canaria, dove devono esserci politiche di riattivazione economica e di sostegno a quei cittadini che  rischiano altrimenti di trovarsi in momenti peggiori. 

L’ obiettivo principale è riuscire a mettere in relazione i cittadini con le istituzioni, ascoltarli, ragionare con loro e soprattutto dialogare “PARLA… ma non domani, ma ORA” perché i problemi vanno affrontati sempre con scadenza a breve termine, domani è già troppo tardi.

La partecipazione della cittadinanza è fondamentale per effettuare i cambi e le trasformazioni sociali. 

Per ciò che concerne gli  altri municipi HABLEMOS AHORA ha già contatti chiusi per la costituzione della sua Assemblea Locale in comuni come las Palmas de Gran Canaria, e tra gli altri, Santa Lucia, Santa Brigida e Telde. 

Anna Maria Carè