Il piano di sicurezza natalizio monitorerà “los botellones” e l’uso delle mascherine

La polizia locale ha progettato uno speciale dispositivo di sicurezza e di mobilità per una diversa festa di Natale, segnata dalla pandemia.

A tal fine, e poiché non ci sarà un programma di eventi natalizi di massa, le forze di sicurezza concentreranno gran parte della loro attenzione su due caratteristiche di questi tempi: los botellones e la mascherina.

A partire dalla prossima settimana, la Polizia Locale aumenterà la sorveglianza nelle piazze, nei parchi, nei parcheggi o nei punti dove la pratica della “bottiglia” si è diffusa negli ultimi mesi.

Le pattuglie motorizzate e a piedi, insieme alle unità civili, faranno il giro dei quartieri per evitare questo tipo di concentrazione.

Il dispositivo sarà rinforzato nei fine settimana e alla vigilia delle vacanze, sia di giorno che di notte.

Dal 10 luglio la Polizia locale ha trattato un totale di 365 denunce per los botellones in quaranta punti della capitale.


Quartieri come La Isleta, Las Coloradas, la zona intorno alle spiagge di Las Canteras e Las Alcaravaneras, Guanarteme, Triana, Vegueta, Jinámar, Las Torres, Escaleritas, Siete Palmas, Lomo Los Frailes, Tamaraceite e La Suerte hanno registrato azioni di polizia anti-bottiglia.

Il capo della polizia locale, Delia Martin, ha detto che le aree che hanno registrato più interventi per questo motivo sono state le urbanizzazioni Diaz Casanova e El Sebadal.

L’ultima azione si è svolta giovedì sera in via Sabino Berthelot a Zarate.

Va ricordato che la multa per la partecipazione a un botellon raggiunge i 120 euro, anche se l’importo della sanzione è soggetto a una riduzione del 50% a condizione che si opti per il pagamento immediato.

L’Assessore alla Sicurezza del Comune di Las Palmas de Gran Canaria, Josué Íñiguez, ha chiesto al pubblico responsabilità e collaborazione per contenere il virus e prevenire ulteriori infezioni. “Stiamo rischiando la nostra vita e la nostra economia”, ha detto.

La polizia locale presterà inoltre particolare attenzione all’uso delle mascherine, che è obbligatorio.

Negli ultimi quattro mesi sono state trattate 10.346 denunce per non aver indossato questo indumento protettivo e un totale di 166 persone sono state arrestate per vari motivi.

Camminare per strada senza mascherina è punibile con una multa di cento euro, anche se il trasgressore può beneficiare di una riduzione del 40% se sceglie di pagare subito.

“Quando la polizia locale emette un rapporto di ispezione nei locali commerciali e di ristorazione, lo fa non solo per proteggere i cittadini, ma anche gli imprenditori che si conformano e hanno fatto uno sforzo per avere i loro locali in condizioni di piena sicurezza”, ha detto Josué Íñiguez.

In questo aspetto è previsto un rafforzamento nelle ore di chiusura in cui collaboreranno le Unità Distrettuali e la Polizia di Quartiere, l’Unità Notturna Speciale e il Gruppo Operativo di Intervento e Supporto GOIA-UE.