CACCA A LOS CRISTIANOS!

Tutte le mattine quando accompagniamo i nostri bimbi a scuola e all’asilo, l’eco delle voci di mamme e papà indignati risuona nelle mie orecchie! ”Che puzza! Insopportabile! Sotto questo sole forte poi…! Possibile che vengano solo una volta alla settimana a pulire qui davanti alla scuola?” Scarpe, passeggini, viali e marciapiedi sporchi. Le mamme a Los Cristianos sono arrabbiate! E di mezzo c’è sempre la qualità della vita. La loro e quella dei figli: “Per evitare la cacca dei cani dobbiamo fare lo slalom”. Percorso a ostacoli davanti alle scuole. Nidi, materne, elementari e superiori. Tanti esempi, stessa rabbia: “Sono una mamma di un bambino che frequenta il nido Perez de Valero. La strada è impraticabile. Chi ha il passeggino è in difficoltà”. Altra testimonianza dei genitori, il coordinamento che raccoglie centinaia di persone: “Quel bellissimo viale pedonale che porta alla scuola non è assolutamente percorribile! Le aiuole con alberi che lo costeggiano sono un mare di cacca, dei cani della gente che di notte passeggia lasciando liberi dal guinzaglio la loro mascotte perché faccia i suoi bisogni dove più gli aggrada! Personalmente credo che la soluzione più fattibile sia quella di recintarli!Almeno il primo tratto prima di arrivare alla porta della scuola! Quando ci si trova davanti a un “ricordino”, per non pestarlo l’unico modo è saltare, spingendo e avvisando gli altri che stanno per schiacciarlo! Stiamo parlando di più di un centinaio di persone tra genitori e bambini! C’é un vero e proprio ingorgo pedonale ogni mattina! La gente non sempre riesce a vedere dove mette i  piedi tra la folla, la fretta e il bambino che ti scappa dalla mano! Se c’è qualcosa che si può fare, sarò il primo a firmare e a raccogliere firme per presentare una “istanzia” all’Ayuntamiento di Arona! Escrementi e rifiuti! Povere scuole, poveri bambini. Il degrado totale, incuria, e maleducazione! Ma anche intorno alle scuole superiori vicino alle piscine non va meglio! I marciapiedi attorno alle scuole sono diventati un percorso disseminato di cacche di ogni dimensione. Democrazia cittadina? Nessuna zona si può dire immune alla sporcizia dei cani. Il fenomeno purtroppo è in crescita (ammettono “los basureros”), nonostante i controlli e la pulizia delle strade. Pulizia delle strade? Una volta a settimana è sufficiente? Esistono qui a Tenerife (si domanda la gente) le multe per chi non raccoglie i resti dei cani? Le applica la polizia? Io provai a chiedere a un poliziotto e questa fu la risposta: “La sanzione si può dare solo nel momento in cui si vede il cittadino lasciare a terra gli escrementi”. In sostanza, in “flagranza di reato”! Missione quasi impossibile!

(Mirko Giovagnoli)