Ricettine veloci di pesce per il pranzo di Natale o di Capodanno, dalle ricette veneziane e di Chioggia, il pesce la fa da padrone ovviamente, qui nelle isole non lo troviamo proprio identico all’Italia, ma si riesce comunque a preparare questi piatti.

Buon appetito e buon anno, e che sia migliore!

Insalata di seppie con radicchio rosso, mela verde, pinoli e riduzione di aceto balsamico

Ingredienti per 4 persone:
1 kg di seppie;
1 cespo di radicchio di rosso tipo Chioggia;
1 mela verde;
30 gr di pinoli;
Riduzione di aceto balsamico;
Sale;
Pepe;
Olio extravergine di oliva

Procedimento:
Per prima cosa puliamo con cura le seppie e le lessiamo.

Adagiamo su un piatto da portata il radicchio rosso e la mela verde tagliati sottili.


Aggiungiamo alla nostra base di mela verde e radicchio i pinoli (tostati in forno); successivamente siamo pronti per aggiungere le seppie tagliate a fettuccina sottile e la riduzione di aceto balsamico, l’olio evo, il sale e il pepe.

*******

Insalatina di filetti di sogliola con tagliatelle di verdura

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di sogliole;
70 gr di tagliatelle di zucchine;
70 gr di tagliatelle di carote;
300 gr di fumetto di pesce legato (brodo ottenuto dalle lische del pesce);
140 gr di crostoni di pane tagliati a bastoncini;
sale q.b.

Procedimento:
Prendiamo le sogliole e cominciamo a sfilettarle.

Ogni filetto andrà tagliato a metà verticalmente e sbollentato in acqua bollente (ne basta poca). Successivamente prendiamo le verdure e le sbucciamo con un pelapatate per ottenere le tagliatelle. Una volta ottenute le tagliatelle procediamo nel sbollentarle: prima le zucchine e poi le carote. Appena tolte dall’acqua bollente, entrambe le verdure vanno poste in acqua gelida, per evitare l’ossidatura.

A questo punto riprendiamo i filetti di sogliola e li aggiungiamo al fumetto di pesce che precedentemente avremo riscaldato.

Aggiungiamo anche le verdure e togliamo dal fuoco.

Per comporre il piatto: mettere i crostoni di pane incrociamo, come se si componesse una torre e poi possiamo versarci sopra le verdure e le sogliole.

*******

Bigoli in salsa

I Bigoli in Salsa sono un piatto povero ma molto saporito della tradizione veneta.

I bigoli sono infatti un formato di pasta tipico di questa regione: simile agli spaghetti ma dalla superficie molto più porosa.

La tradizione vuole che i Bigoli in Salsa siano il piatto tipico delle giornate “di magro” o di penitenza del calendario liturgico.

Ingredienti per 4 persone:
– 400 gr di bigoli
– 2 cipolle bianche
– 8 sardine sotto sale
– olio
– sale
– pepe

Procedimento: 

Per prima cosa portate a bollore l’acqua della pasta e salatela.

Ora dedicatevi alla preparazione della salsa. Tritate la cipolla molto finemente e mettetela ad appassire in un tegame con abbondante olio di oliva.

Se la cipolla si colorisce troppo velocemente aggiungete un mestolo di acqua calda e continuate la cottura finché le cipolle non saranno diventate trasparenti.

A questo punto dissalate le sardine e lavatele velocemente sotto l’acqua corrente eliminando la lisca centrale ed eventuali altri residui di spine.

Tagliatele a pezzetti e aggiungetele alla cipolla mescolando finché non saranno completamente sciolte.

A questo punto buttate i bigoli nell’acqua salata e bollente e portateli a cottura. Scolateli al dente e tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura della pasta.

Aggiungete i bigoli alla salsa e mescolare. Se la salsa risulta troppo asciutta aggiungete un paio di mestoli di acqua di cottura.

Quando la salsa avrà raggiunto una consistenza cremosa spegnete il fuoco e fate riposare leggermente.

Concludete il piatto con una spolverata di pepe e prezzemolo tritato prima di servire.

Per scegliere il vino da abbinare orientatevi su un bianco corposo: un Pinot Grigio andrà benissimo.

*********

Linguine con zucchine e capesante

Le linguine con capesante e zucchine sono tra i più gettonati per l’accostamento di un pesce prelibato ad una verdura ed il tipo di pasta esalta il sapore del sugo.

Ingredienti per 4 persone:
– 350 gr di linguine;
– 400 gr di capesante sgusciate;
– Vino bianco secco;
– Pepe q.b.;
– Sale q.b.;
– Burro 70 gr.;

Per un buon risultato del piatto è consigliato acquistare ingredienti di prima qualità, così da esaltare al meglio le sfumature di gusto della ricetta.

Procedimento:
Iniziamo lavando con cura le zucchine, privandole della parte superiore e di quella inferiore. Con l’apposita grattugia, le tagliamo quindi a Julienne e le mettiamo a rosolare in una padella antiaderente con metà del burro per qualche minuto, finché non risulteranno morbide e tenere.
Laviamo sotto acqua corrente e tagliamo ora le capesante a pezzetti grossolani e sminuzziamo la parte rossa, chiamata corallo.

Rosoliamo per qualche minuto sia le capesante precedentemente tagliate, che il corallo sminuzzato, con il rimanente burro, fino ad ottenere una crema omogenea.
Sfumiamo con il vino bianco secco e lasciamo evaporare.

Aggiungiamo quindi le zucchine a Julienne, aggiungiamo il sale ed il pepe e lasciamo a cuocere, a fuoco lento, per qualche minuto.
A parte cuociamo le linguine, tuffandole in una pentola con acqua bollente salata.

Quando sono cotte, preferibilmente al dente, le scoliamo e le passiamo nella padella antiaderente insieme al sugo preparato.
Saltiamo la pasta con il sugo e mescoliamo in modo che il condimento si incorpori bene, aggiungiamo un po’ dell’acqua di cottura della pasta che lega il sugo e mantechiamo il tutto a fuoco lento.

A questa ricetta semplice, c’è chi aggiunge pomodorini, acciughe, olio extravergine di oliva, cipolla o un cipollotto, prezzemolo, pangrattato.
La ricetta base è quella più delicata e semplice.
A questo piatto si può abbinare un vino bianco e secco, per rimanere in ambito italiano il Prosecco è l’ideale.

Bina Bianchini