Le divertenti fughe di alcuni italiani radicati sull’isola di Gran Canaria

Vittore Castellazzi è un italiano che dopo aver vissuto in Italia, nel momento della pensione ha deciso, come io che sto scrivendo e come molti altri italiani che vivono qui, di trasferirsi sull’isola di Gran Canaria dove l’esistenza è più piacevole per svariati motivi: la temperatura mite, il mare oceano Atlantico, le montagne mozzafiato, il minore costo della vita, la maggiore sicurezza, l’ottima sanità e tanto altro.

Ha già fatto una mostra dei suoi quadri (è anche pittore) accarezzando un tema a lui molto caro che rispecchia una buona parte della sua vita: i viaggi che lui ha realizzato per vari motivi gli hanno regalato quella sensibilità che ha riversato nelle sue opere su tela.

Ora si è rivelato anche scrittore. Infatti, nei vari anni che ha vissuto assieme a sua moglie su quest’isola, ha raccolto tutta una serie di fatti e storie che ha meticolosamente ordinato per farne un romanzo, naturalmente cambiando i nomi dei protagonisti, ma raccontando fedelmente gli avvenimenti intrecciandoli tra loro e costruendo un libro divertente che rispecchia l’atmosfera serena e ricreativa che è propria di coloro che vi risiedono.

Fughe, questo è il titolo, è un romanzo di amici felicemente fuggiti dalla quotidianità, è un racconto di italiani disorientati da una società profondamente cambiata che si ritrovano nell’isola felix. Il racconto di personaggi fuggiti alla ricerca di amicizie, serenità e un contesto sociale tranquillo.

L’isola felice è comunque soggetta ad avvenimenti straordinari e traumatici vissuti da uno dei personaggi con nuove fughe alla ricerca di se stesso e della sua origine.

Il romanzo è l’esperienza e la raccolta di tante storie di italiani che hanno abbandonato i luoghi di origine per incrociare nuovi percorsi di vita.


Chi volesse avere una copia (€ 14,00) può farne richiesta agli uffici dell’A.P.I.C.E. presso il centro commerciale Ronda a San Fernando (Maspalomas).

di Stefano Dottori