Un imprenditore porta il Dolphin I sull’isola, una tecnologia d’emergenza all’avanguardia: il dispositivo, di cui ne esiste solo un altro come questo in Spagna, è un buggy elettrico e motorizzato.

Il Dolphin I è la prima piattaforma al mondo che viene diretta da un telecomando per salvare vite nell’acqua ed è una tecnologia all’avanguardia che arriva per la prima volta alle Isole Canarie e nello specifico a Lanzarote.

Ce n’è solo un altro come questo in Spagna, anche se nei prossimi mesi questi veicoli prolifereranno sulle spiagge e sulle coste.

Il suo proprietario e la persona che lo commercializzerà esclusivamente nelle Isole Canarie è Juanjo Canosa, capo di Exo Drone Service, un’azienda situata nell’Incubatore d’Impresa della Camera di Commercio di Lanzarote e La Graciosa.

Canosa è uno dei professionisti di riferimento sulle isole nella formazione e nei servizi offerti da queste piattaforme senza equipaggio in caso di emergenza.

Recentemente è stata effettuata una simulazione a Marina Lanzarote, il porto sportivo della capitale, per far conoscere il suo funzionamento ai professionisti legati alle attività nautiche e agli organismi di sicurezza e di emergenza.


Il veicolo salvavita funziona a propulsione elettrica, quindi non inquina l’acqua con combustibili fossili e può trasportare da due a tre persone a seconda del loro peso.

È controllato a distanza da terra con un telecomando tramite contatto visivo o monitorato attraverso uno schermo.

Offre la possibilità di collegare accessori come altoparlanti, luci e telecamere per migliorare il funzionamento.

Particolarmente interessante per il personale di emergenza è che la vita dei soccorritori non è messa a rischio, in quanto funziona senza equipaggio, anche se è possibile salire a bordo del veicolo se necessario.

Le forze di sicurezza e di emergenza hanno potuto vedere in azione e conoscere il funzionamento e le caratteristiche di questa innovazione tecnologica unica nelle Isole Canarie.

Bina Bianchini