Il sindaco di Mogán, Onalia Bueno, il sindaco di San Bartolomé de Tirajana, Concepción Narváez, e il direttore di Telefónica nelle Isole Canarie, Juan Flores, hanno annunciato la realizzazione della rete in fibra ottica nel barranco di Arguineguín, che fornirà il collegamento a 324 abitazioni.

L’implementazione è già iniziata nella zona e si prevede che la fibra sarà disponibile per i residenti durante i primi sei mesi del 2021.

I comuni di Mogán e San Bartolomé de Tirajana hanno partecipato attivamente con Telefónica per rendere possibile lo spiegamento nei quartieri del Barranco de Arguineguín che si trovano nell’uno o nell’altro distretto municipale – Cercados de Espino, El Sao, Las Filipinas, Los Peñones, El Horno, El Caidero e Barranquillo Andrés y Soria-.

Questa volta lo sforzo non si è basato solo sulla volontà di entrambe le aziende locali di collaborare alla programmazione delle azioni necessarie nella viabilità pubblica, ma anche sulla mediazione tra i residenti e l’azienda di telecomunicazioni, dato che per ottenere la copertura di un intero quartiere o centro abitato, a volte è necessario che il cablaggio passi attraverso un terreno di proprietà privata.

“Abbiamo lavorato come una squadra per sbloccare questo progetto e sono grato per la collaborazione di tutti i residenti, ma soprattutto della famiglia di Manuel Sánchez Valerón perché gran parte della fibra passerà attraverso la sua proprietà e senza la sua autorizzazione non sarebbe possibile offrire l’accesso a Internet con questa tecnologia a tutto il Barranco de Arguineguín”, ha detto Onalia Bueno, il sindaco di Mogán.

Il direttore di Telefónica nelle Isole Canarie ha indicato che questo servizio sarà fornito a 324 abitazioni con un investimento di circa 178.000 euro.


Lo schieramento è già in corso, come si è potuto vedere questo martedì nel punto della strada GC-500 vicino alla rotonda nota come El Pajar dove le autorità hanno fatto l’annuncio.

Il processo consiste di tre fasi, corrispondenti nella prima di portare la fibra alla centrale di Cercados de Espino.

Nella successiva verrà sviluppato l’alimentatore per il posizionamento dei cavi principali e nell’ultima verranno installate le scatole in fibra ottica in modo che i residenti possano essere collegati alla rete Telefonica.

La maggior parte di questa azione sarà realizzata nella prima metà del 2021.

Bueno ha sottolineato l’importanza di avere una buona connessione di rete in tempi di pandemia, soprattutto per gli studenti che negli ultimi mesi dell’anno scolastico precedente hanno ricevuto le lezioni per via telematica e che continuano a svolgere attività in questo modo anche oggi.

Il sindaco di San Bartolomé de Tirajana, ha espresso la stessa opinione. “Abbiamo visto più che mai la necessità di avere tutti i servizi e di essere collegati per poter affrontare più facilmente la crisi sanitaria e le restrizioni che siamo obbligati a rispettare”, ha detto.

Tra i presenti, oltre a quelli citati, c’erano anche i consiglieri delle due aziende municipalizzate, rappresentanti di Telefónica e di Ezentis, l’ente che sta realizzando la rete in fibra ottica.

In dicembre la copertura in fibra ottica è stata estesa alle case di La Vistilla, Pie de La Cuesta, La Rosilla e Horno La Teja, tutte situate nel Barranco de Mogán.

Il sindaco di Mogan ha confermato che il Consiglio continua a lavorare per garantire che il servizio di rete di nuova generazione raggiunga l’intero comune.

“Siamo in coordinamento con Telefonica per cercare di iniziare il dispiegamento a Veneguera nel resto dell’anno o all’inizio del 2021.

Un po’ più tardi sarà la volta di Playa de Mogán”, ha detto.

Franco Leonardi