Secondo il ricercatore Ruiz Guzmán, Veneguera significa “Figli della Laguna” anche se ancora le origini di questo nome non sono del tutto chiare. Il nostro interesse è, però, l’ambiente che ci accoglie: alti palmeti e montagne dai particolari e classici colori pastello. Questo posto è sopravvissuto ed è stato difeso fino all’ultimo.

Veneguera scatenò uno dei maggiori movimenti cittadini nelle isole Canarie per combattere contro la proposta di urbanizzazione portata avanti per molti anni. Si trova nel comune di Mogán e nell’anno 2003 fu inserita nella Rete Canaria di Spazi Naturali Protetti.

Il suo valore naturale consiste nella sua flora, ricca, strana e così particolare in questa parte dell’isola. Arrivando nel paese, è delizioso passeggiare tra le piccole vie dove ancora si possono osservare case antichissime.

La vegetazione autoctona,  è principalmente costituita dagli arbusti sempreverdi che crescono a quote medie e spesso accompagnano gli olivi selvatici o i ginepri.

Oggigiorno questo tipo di vegetazione sta diminuendo, ma continua ad essere presente nei dintorni di questo paese.

A Veneguera, dove attualmente vivono meno di 150 persone, si può ammirare il simbolo naturale di Gran Canaria, una grande euforbia (pianta grassa) che si alza verso il cielo. Veneguera è un luogo di grande interesse naturale e paesaggistico, composto da palme e circondato da coltivazioni agricole di banane, arance, avocado e mango. 


Come arrivare – Dalla cità di Las Palmas de Gran Canaria, Veneguera si trova a poco più di un’ora e circa 90 chilometri di distanza. Prendiamo l’autostrada verso il sud fino a Mogán GC 1, dove usciamo e prendiamo la GC 200 che ci porta fino al paese stesso. Naturalmente, chi vive al centro o al sud sarà avvantaggiato per raggiungere il paesetto.

Il percorso di questo mese è abbastanza semlice semplice di poco più di sei chilometi (6,3 km), con partenza e arrivo nel piccolo comune di Veneguera.

Dato che si tratta di un percorso al sud dell’isola si consiglia di provarlo nella stagione invernale o, al massimo, primaverile dato che l’insolazione è piuttosto veemente e la temperatura sale rapidamente.

Iniziamo il percorso nella piazza principale del paese, dove c’è un bar e un piccolo negozio.

Il percorso è molto ben segnalato, non è  possibile smarrirsi, basta seguire le indicazioni per il “Sentiero Circolare Locale Veneguera attraverso La Cogolla” e, inoltre, una volta usciti dal paese, la maggior parte del percorso si snoda su una strada sterrata parallela ad alcune case e campi sparsi di colture, dove predomina il mango e siamo accompagnati da vedute dei caratteristici Azulejos de Mogán (le rocce dell’arcobaleno): uno straordinario monumento naturale.

Questa prima parte è molto semplice ed è proprio dall’incrocio, dove sono posti i segnali, che capiamo quale sia  la via del ritorno.

La traversata è a circa 2 chilometri dal paese, anche se possiamo saltarla per vedere alcune case diroccate che ci sono e che sono evidenti, per poi tornare indietro e iniziare la salita che rappresenta l’unico punto abbastanza faticoso, ma è soltanto questa parte iniziale (portare i bambini è un po’ arduo).

Questo primo tratto è lungo circa 700 metri dove supereremo un dislivello di 125 metri (ciò equivale a dire che dovremo affrontare salite del 15-20% ed in più con il superamento di un passaggio abbastanza stretto.

Tuttavia, superato questo primo tratto del percorso, le cose andranno sicuramente meglio, infatti, il resto del percorso è praticamente tutto in discesa, su terreno semplice e tra tenute agricole e, quindi, fatta eccezione per la prima parte, dove dovremo stare attenti perché il terreno è un po’  smosso (scivoloso), non troveremo difficoltà di rilievo.

Quello che troveremo in questa parte del sentiero sono alcuni luoghi che invitano a riposare, come l’enorme alloro indiano in una fattoria che dobbiamo attraversare e dove potremo riposarci seduti all’ombra per recuperare le energie.

Tornati in paese, a seconda dell’ora, possiamo (con la macchina perché a piedi sono altri 8 km) raggiungere la spiaggia di Veneguera per concludere in bellezza e al mare la nostra giornata.

L’abbinamento montagna-mare è molto suggestivo e, sicuramente, completa una bella giornata con la famiglia e con gli amici..

Se, invece, la parte mare non dovesse interessare e, al ritorno dalla passeggiata, il desiderio è quello di trovare un buon ristorantino nella zona, riporto, qui di seguito, i suggerimenti di Trip Advisor:

Ristoranti vicino a Los Azulejos de Veneguera

Restaurante Casa Enrique – (5) 4,1 km da Los Azulejos de Veneguera

Calle de San Jose 7, 35140, Mogán, Gran Canaria Spagna  +34 617 70 49 66

Restaurante Valle de Mogan – (5) – 4,2 km da Los Azulejos de Veneguera

Calle los Pasitos 2, 35140, Mogán, Gran Canaria Spagna  +34 928 56 86 49

Restaurante Grill Las Canadas – (4,5) – 1,9 km da Los Azulejos de Veneguera

Carretera General de Mogán – La Aldea de San Nicolás GC-200Crta.Mogan-San nicolas s/n, 35149, Mogán, Gran Canaria Spagna  +34 928 94 35 90

Ristoranti vicino a Playa de Veneguera

The Club Restaurant & Chill Out – (4,5) – 0,1 km da Playa de Veneguera

Avd. Gran Canaria, 24 Situato al primo piano dell’hotel Servatur Casablanca Suites & Spa, 35130 Portorico, Gran Canaria Spagna  +34 928 72 56 56

Portoro – (4,5)0,1 km da Playa de Veneguera

Shopping Center Puerto Rico, 35130 Portorico, Gran Canaria Spagna +34 928 72 69 06

Minanas(4,5) – 0,1 km da Playa de Veneguera

Calle Gran Canaria 18, 35130 Portorico, Gran Canaria Spagna  +34 928 56 03 34