La Fiera Atlantica si sposta al sud per contribuire alla rinascita del turismo

Il Cabildo sposterà per la prima volta la Fiera Internazionale dell’Atlantico, Atlantur, Infecar al sud di Gran Canaria per contribuire al rilancio del settore turistico con questo punto d’incontro tra domanda e offerta di prodotti e servizi per le strutture ricettive. 

Per fare questo, il Cabildo e Lopesan Group hanno firmato un accordo che si terrà dal 21 al 23 aprile in Expomeloneras con un formato ibrido telematico e di presenza.

“Atlantur si muove per cercare la vicinanza a un settore che è stato duramente colpito dalla pandemia”, ha detto il coordinatore dello sviluppo economico del Cabildo, Raul Garcia Brink, dopo aver firmato l’accordo con il direttore di eventi Lopesan, che insieme al direttore di Infecar, Natalia Santana, ha celebrato questa unione di pubblico e privato per un appuntamento più impegnato che mai per il recupero del turismo. 

Gli espositori possono registrarsi sul portale www.atlantur.es e tutti avranno un proprio spazio virtuale e canali per contattare i clienti per via telematica, il che garantisce la celebrazione dell’incontro in qualsiasi scenario sanitario e incoraggia la partecipazione di aziende e professionisti nazionali e internazionali.

Inoltre, possono prenotare gli spazi di persona.

L’edizione di quest’anno si concentrerà sulla digitalizzazione, la sostenibilità e le soluzioni per ottenere un turismo più intelligente, più verde e più sicuro.


L’applicazione delle innovazioni tecnologiche al turismo è una delle priorità del settore alberghiero per offrire un’assistenza di qualità, quindi Atlantur apre le porte alla partecipazione di aziende di gestione dei dati, cybersecurity, automazione, trasformazione digitale, intelligenza artificiale e robotizzazione.

Inoltre, la fiera presenterà aziende e professionisti che promuovono il turismo sostenibile con efficienza nell’uso di energia e acqua, materiali sostenibili o il riutilizzo delle risorse.

Allo stesso modo, la pandemia ha accelerato i processi di cambiamento e trasformazione per rispondere a nuove situazioni, diverse esigenze e cambiamenti nei modelli di turismo e tempo libero, nuove sfide che saranno protagonisti della prossima edizione di Atlantur.

Redazione