Saper bere e saper mangiare in Spagna

Penne al gorgonzola e polpette con melanzane

Il 2019, per il vino che ci accompagnerà in questa avventura alimentare, è stato un anno eccezionale ed il prodotto che ne è scaturito è stato giudicato molto positivamente soprattutto per le proprietà che è riuscito ad esprimere e trasmettere a chi ha avuto la fortuna di poterlo gustare. Proprio il fatto che questo vino è così riuscito e viene venduto per pochi euro fa sì che questo articolo mantenga la migliore relazione qualità-prezzo per i vini di questo standard.

Stiamo parlando di un vino bianco prodotto nella zona di Rueda, posizionata a nord-ovest di Madrid, dove vengono prodotti vini di grande prestigio e dove è possibile visitare grandi cantine sotterranee scavate nella roccia.

La cantina che produce questo vino è Pago de Fuentevega ed il vino è un Verdejo Selección. L’unica uva che lo compone è, appunto, il verdejo (1)

Il nostro vino risulta essere secco, moderatamente acido ed ha una gradazione alcolica di 13°. Il colore è un giallo molto tenue con riflessi tendenti al verde. Il profumo è citrico ed al palato risalta il sapore fruttato. Risulta molto gradevole. La temperatura di servizio è di 6°-8°.

Naturalmente un vino con queste caratteristiche deve trovare una pietanza con la quale reggere il confronto, cioè un piatto che riesca ad esaltare le sue caratteristiche. Ho scelto un primo: pasta con la gorgonzola. Si tratta di una vivanda dalla facile realizzazione e che impegna poco tempo (10 minuti di preparazione e 20 minuti di cottura) per essere preparata.

Per chi avesse qualche timore per la questione della muffa, possiamo assicurare che la muffa del gorgonzola è priva di contaminazione batterica e, pertanto, è sicura per la nostra salute (sempre che la casa produttrice rispetti i canoni obbligatori per la preparazione degli alimenti imposti dalla sanità.


Ingredienti per 4 personeGorgonzola (dolce o piccante a seconda dei gusti – io preferisco la piccante) 400 g; Panna per cucinare, 150 – 200 g, un po’ di timo, sale fino q.b. e pepe nero q.b.. Per quanto riguarda la pasta possiamo considerare le pennette rigate o le linguine e magari anche le fettuccine, insomma una pasta dove la salsa possa aderire bene e mantenersi attaccata in modo da insaporirla ben bene. Quindi, per quanto mi riguarda, sconsiglierei gli spaghetti che farebbero scivolare troppo la salsa che, tra l’altro si accumulerebbe nel fondo del piatto.

Preparazione – Ecco come procedere:

1) in una padella, dove dopo verserete la pasta cotta, mettete il gorgonzola tagliato a cubetti aggiungendo anche la panna e un po’ di timo;

2) scaldare a fuoco basso finché il gorgonzola sarà sciolto (circa 10 minuti) aggiungendo un pizzico di pepe nero;

3) fate bollire l’acqua e cuocete la pasta ricordandosi di aggiungere un po’ di sale;

4) quando la pasta è pronta (al dente!) scolatela e versatela nel condimento dove, per un paio di minuti a fuoco molto basso, mantecherete la pasta aggiungendo, se necessario un po’ di acqua di cottura per renderla più amalgamata con la gorgonzola.

5) Servite e … buon appetito!

Attenzione alla variante con noci – Se volete arricchire la pietanza potete aggiungere delle noci sbriciolate nella salsa durante la cottura della stessa. Il sapore delle noci si sposa molto bene con quello del gorgonzola: formano un accoppiamento straordinariamente piacevole,

Essendo il piatto altamente calorico (circa 600 cal) non propongo altro se non un buon bicchiere di vino per pulire il palato e … tutto ciò che poi vorrete fare!

1) Il verdejo è un’uva di alta qualità e il ceppo principale dei vini D.O. Rueda e rappresenta una delle più importanti uve bianche in Spagna. Si caratterizza per i grappoli piccoli ed anche le sue foglie sono piccole. Gli acini sono di pezzatura medio-piccola con un colore giallo. I semi sono grandi e possono essere visti in controluce quando si osservano gli acini. Le uve Verdejo vengono solitamente raccolte di notte, in modo che le uve vadano in cantina ad una temperatura compresa tra 10-15 °C, poiché è la temperatura ideale per una minore ossidazione e scurimento del mosto. Quest’uva produce vini freschi ed equilibrati, di colore giallo verdolino chiaro, leggermente acidi e fruttati caratterizzati da una sfumatura vegetale. Sono vini molto aromatici, corposi e morbidi. Buona acidità e caratteristico tocco amaro .