Il progetto comprende una rivalutazione della zona e la conversione del quartiere in un punto unico e attraente per la città.

Il Consiglio comunale di Puerto del Rosario, con l’intenzione di dare un uso ottimale all’edificio di La Molina de La Charca e i suoi dintorni, annuncia l’apertura della scadenza, fino al 26 aprile, per la presentazione di offerte per la riabilitazione.

La Molina de La Charca, che si trova in Avenida Juan de Bethencourt, angolo Teresa López, si rifletterà come uno spazio pubblico in cui il vecchio edificio esistente interagisce con i suoi dintorni e gli spazi esterni annessi.

In questo modo, attraverso questo progetto che è gestito dai dipartimenti di Appalti e Lavori, che sono diretti da Peña Armas e José Juan Herrera, “si vuole che i cittadini possano godere di un nuovo spazio riabilitato che migliorerà anche la creazione di nuove atmosfere che valorizzano gli usi e le attività che migliorano la qualità dello spazio.

La creazione di effetti e singolarità che attirano i passanti, che condivideranno questo spazio con i veicoli, il che rafforzerà l’attrazione e l’immagine pubblica della zona”, ha detto il sindaco Juan Jimenez.

Il budget di base dell’offerta, escluse le tasse, ammonta all’importo di 401.644,16 euro e il periodo massimo di esecuzione dei lavori sarà di un anno, a partire dal giorno successivo alla firma dell’atto di reimpianto.


Da parte sua, il processo di gara per il contratto è esclusivamente elettronico, quindi gli offerenti devono preparare e presentare le loro offerte, obbligatoriamente, per via elettronica, attraverso i servizi di offerta elettronica della Piattaforma di Contrattazione del Settore Pubblico

(https://contrataciondelestado.es/wps/portal/plataforma).

Alberto Moroni