Benvenuto Francisco!

Nasce a Fuerteventura il primo cammello bactriano dell’arcipelago, una specie in pericolo di estinzione.

Francisco, come è stato chiamato, è il primo di questo tipo di cammello a nascere e ad essere allevato nelle isole Canarie.

Questo è un traguardo importante nell’arcipelago, raggiunto dallo zoo e centro di salvataggio Oasis Wildlife Fuerteventura, questa razza di cammello è in pericolo critico dalla IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura) e ci sono solo mille esemplari in tutto il mondo in natura.

Il “cucciolo”, nato con parto naturale, è un maschio di 47 chili, che è stato chiamato Francisco, in onore di un collaboratore del centro.

Con questo, ci sono ora quattro cammelli bactriani in Oasis Wildlife, tutti della stessa famiglia, composta da un maschio adulto, Chewaka, il padre, e due femmine di nove anni, Bactria e Ana, la madre.

Il piccolo potrà essere visto dai visitatori di Oasis Wildlife fra pochi giorni.


All’inizio ha dovuto essere allattato con il biberon dai guardiani dello zoo, poiché nelle prime 48 ore, sua madre, essendo alle prime armi, non sapeva come dargli il latte.

“Anche se ora è a riposo, recuperando dal processo di nascita, si nutre perfettamente dalla madre ed è un cucciolotto molto giocoso”, dice l’organizzazione.

La nascita è avvenuta sotto l’occhio vigile degli studenti della scuola di Betancuria, che in quel momento visitavano il centro e potevano vivere in prima persona questa bella esperienza.

L’arrivo di questo cammello segna una pietra miliare nei programmi di allevamento di Oasis Wildlife e della sua fattoria di cammelli Dromemilk.

“Siamo già il centro di eccellenza in Europa per l’allevamento di dromedari”, ha detto Soraya Cabrera, Conservation Manager del centro di salvataggio.

“Ora, aspiriamo ad essere in grado di aiutare questa specie, classificata come criticamente in pericolo dalla IUCN, con il nostro apprendimento e la volontà.

Lavoriamo per aiutare a cambiare la sua categoria e per vedere, in futuro, come questa specie esce dalla situazione di pericolo che sta affrontando”, aggiunge.

Oasis Wildlife ha più di 35 anni con la protezione e la conservazione delle popolazioni di cammelli a Fuerteventura. Attualmente la fattoria Dromemilk ha più di 400 cammelli di diverse razze, principalmente autoctone delle Canarie, ma anche cammelli africani e asiatici, come la famiglia Bactrian.

Lo zoo e centro di recupero delle specie partecipa a importanti programmi europei come Camelmilk, per la cura e la produzione di latte di cammello nel bacino del Mediterraneo.

Il centro naturale collabora con le amministrazioni pubbliche e le istituzioni private in vari piani per la protezione e il benessere di questo animale.

I cammelli bactriani (Camelus bactrianus) danno alla luce un solo cucciolo dopo un periodo di gestazione di circa 13 mesi.

Sono animali di grandi dimensioni, dato che un maschio può raggiungere i due/tre metri di altezza, con due gobbe vistose e un pelo spesso e annodato.

La differenza principale rispetto al suo parente prossimo, il dromedario (Camelus dromedarius), è la presenza sul suo dorso di due gobbe egualmente sviluppate: il dromedario sembra infatti averne solo una, per estrema riduzione di quella anteriore.

Tali appendici sono depositi di grasso, utile come riserva nei periodi di scarsità di cibo; esse, rispetto al dromedario, presentano inoltre la caratteristica di afflosciarsi lateralmente quando sono vuote, invece di ridursi semplicemente di volume.

Rispetto al dromedario il cammello ha un pelame più folto, che diventa particolarmente lungo nella zona inferiore del collo.

Il verso del cammello, come oramai stabilito sia nel gergo comune sia in letteratura, è il Rummel.

Nonostante le loro grandi dimensioni sono animali molto pacifici e socievoli.

La loro aspettativa di vita è di oltre 50 anni e si nutrono esclusivamente di erbe e germogli di arbusti.

Possono conservare i liquidi e rimanere per lunghi periodi senza bere grazie al grasso accumulato nelle loro gobbe e in inverno le piante sono sufficienti a sostenerli senza acqua per diverse settimane.

Quando trovano molta acqua, possono bere più di 100 litri alla volta.

Lo zoo e il centro di salvataggio e recupero delle specie, lancerà, per tutto il 2021, nuove azioni per sensibilizzare la società sui pericoli affrontati da alcune specie, tra cui il cammello canario e il cammello bactriano, e le iniziative che sono sviluppate nel mondo per la loro conservazione.

Questi campi, che inizieranno presto, hanno formazione e laboratori per adulti e bambini, guidati da esperti in benessere animale, in cui i partecipanti lavoreranno mano nella mano con questi animali e la nuova prole.

Franco Leonardi