Il Poema del Mar riapre il 1° maggio con prezzi ridotti e nuove attrazioni

I 30.000 animali dell’acquario di Las Palmas de Gran Canaria ricevono di nuovo i visitatori

Dopo 13 mesi e mezzo con le porte chiuse e zero entrate nei loro conti, la società Loro Parque ha annunciato ieri la riapertura il 1 maggio dell’acquario del mare, una scommessa che mira a “segnare una spinta nella rinascita del settore del turismo e del tempo libero” dell’isola, secondo il vice presidente del gruppo, Christoph Kiessling.

“Abbiamo avuto un anno molto duro e la situazione non è migliorata in modo riconoscibile, ma vediamo che è più importante che apriamo e che segniamo una spinta nell’economia dell’isola e, naturalmente, speriamo che sia la decisione giusta”, ha detto Kiessling.

Il Poema del Mar arriva con numerosi incentivi poiché dal primo maggio i visitatori troveranno sconti sui biglietti – da 18 a 16 euro per gli adulti e da 13 a 12 per i bambini – “perché siamo consapevoli della situazione che stiamo attraversando e speriamo che questa riduzione di prezzo renderà la visita più accessibile ai nostri amici”, ha detto l’alma mater di questa struttura.

Le porte saranno aperte dalle 9.30 alle 17.30 ore, da sabato a mercoledì, per lasciare il giovedì e il venerdì fino a giugno alle visite dei croceristi con la “massima sicurezza contro il virus,” ha detto Kiessling.

Il visitatore non troverà lo stesso Poema del Mar di un anno fa, “tutt’altro”, ha sottolineato il suo direttore.


“Le specie sono cresciute molto e tutto è cambiato all’interno del Poema del Mar, anche la vegetazione è più abbondante e coloro che sono già venuti, troveranno reperti unici”, ha detto.

“Abbiamo lanciato numerosi progetti come l’applicazione dell’audioguida che mostra a tutti i visitatori le meraviglie che la natura ci offre nelle nostre strutture, con spiegazioni dei nostri biologi sull’habitat, l’origine e le curiosità di ogni specie”, ha dettagliato.

Hanno anche creato una mostra di fossili lungo tutto il percorso “che fanno memoria di specie che non esistono più ma che ora possono essere godute grazie alla realtà aumentata”, ha detto.

Vogliamo fare una forte promozione nelle isole e all’estero per attirare l’attenzione sulla grande offerta complementare di qualità che c’è nelle isole che è importante oltre al suo clima, al paesaggio e alla sua gente.

Infine, ha indicato che i 30.000 animali affidati al Loro Parque in tutte le sue strutture “hanno goduto di questo periodo delle migliori cure e la prova di questo sono le molte nascite che abbiamo avuto.

Tra tutti, ha evidenziato la nascita di 24 cuccioli di drago marino che sono nati in due diverse covate nel Poema del Mar, un acquario che divenne il primo in Europa a riprodurre questa peculiare e preziosa specie australiana, cugina dei cavallucci marini.