I principali investimenti sono stati destinati al monitoraggio e all’uso pubblico del Parco Nazionale, alle azioni di conservazione, pulizia e manutenzione e all’acquisto di veicoli elettrici e punti di ricarica.

José Antonio Valbuena indica che quest’anno inizierà la stesura del nuovo Master Plan per l’uso e la gestione del Parco Nazionale.

Il ministro della transizione ecologica, della lotta contro il cambiamento climatico e della pianificazione territoriale del governo delle Canarie, José Antonio Valbuena, ha visitato le strutture del Parco Nazionale Timanfaya con il suo direttore, Pascual Gil, e la presidente del Cabildo di Lanzarote, Maria Dolores Corujo, per conoscere il suo stato attuale e rivedere le principali azioni previste per quest’anno, che ammonteranno a 2.253.919,41 euro.

Durante la visita, José Antonio Valbuena ha evidenziato il lavoro che il governo regionale sta facendo per fornire i parchi nazionali delle isole di strutture commisurate alla loro importanza e ha annunciato che quest’anno si prevede di iniziare la redazione del nuovo Master Plan per l’uso e la gestione del parco.

“Nelle Isole Canarie abbiamo la fortuna di avere quattro dei quindici parchi nazionali della Spagna e la nostra responsabilità è quella di fornire loro le migliori strutture possibili per facilitare la loro conservazione e mantenere la loro attrattiva per i visitatori”, ha detto il ministro.

Da parte sua, María Dolores Corujo ha detto che “il Parco Nazionale di Timanfaya è un chiaro esempio di uso sostenibile delle risorse naturali.


Le Montagne di Fuoco sono le strutture più visitate della rete di Centri Turistici del Cabildo di Lanzarote, grazie a un modello di utilizzo che permette un alto livello di visitatori in modo compatibile con la sua conservazione”.

In questo senso, ha spiegato che le principali voci contemplate per il 2021 nel Parco Nazionale di Timanfaya sono quelle per la sorveglianza e l’uso pubblico e le azioni di conservazione, pulizia e manutenzione.

A questi si aggiungono altri importanti investimenti, come quello finalizzato all’acquisizione di veicoli elettrici e all’installazione dei corrispondenti punti di ricarica, o quelli necessari per la gestione dell’archivio e della documentazione del Parco.

Allo stesso tempo, il piano d’investimento del governo delle Canarie a Timanfaya include anche azioni come l’installazione di una passerella pedonale nel centro visitatori, o la fornitura di misuratori per controllare il flusso di persone e l’analisi di un’applicazione ICT per la gestione e il controllo dell’uso pubblico o lo sviluppo di una mappa di copertura mobile.

“I nostri parchi nazionali ci offrono anche grandi opportunità per ampliare la conoscenza della ricca biodiversità delle isole Canarie e imparare a conservarla.

Ecco perché ci sono anche diverse voci dedicate alla realizzazione di studi e la loro diffusione attraverso giorni di divulgazione tecnico-scientifica”, ha detto Valbuena.

Bina Bianchini