Il Ministero della Transizione Ecologica del Governo delle Canarie, attraverso Gesplan, ha catturato 52 esemplari di camaleonte dello Yemen (Chamaeleo calyptratus) ad Arucas dal 2017.

Questa è una delle specie nel cui controllo lavora la Rete di Rilevamento e Intervento delle Specie Aliene Invasive nelle Isole Canarie (RedEXOS).

Il consigliere della zona, José Antonio Valbuena, sottolinea che il camaleonte dello Yemen è incluso nella lista delle specie aliene invasive di preoccupazione per le isole, quindi è vietato il possesso, il trasporto, il traffico e il commercio.

“È importante lavorare sul rilevamento precoce di tutte le specie invasive, soprattutto in questo caso, per evitare che si diffonda in altri luoghi dell’isola”, ha aggiunto.

Ha anche sottolineato il lavoro svolto da tutto il team RedExos, non solo nel controllo di questa specie, ma di altre flora e fauna in tutto l’arcipelago.

Il consigliere di Gesplan Agoney Piñero, dice che, “da quando abbiamo iniziato a lavorare sul controllo di questa specie, l’anno con il maggior numero di catture è stato 2020, con un totale di 40 esemplari, mentre fino ad aprile di quest’anno sono già stati localizzati quattro”.


Ha anche aggiunto che nel 2017 sono stati raccolti due esemplari e nel 2019 un totale di sette.

La collaborazione della cittadinanza è fondamentale, attraverso i diversi strumenti abilitati attraverso RedEXOS.

La popolazione delle Canarie ha a disposizione l’App RedEXOS e il numero di telefono 646 601 457 per notificare qualsiasi avvistamento di questa specie affinché la squadra responsabile possa raccogliere gli esemplari o conoscere la loro posizione.

La Rete di Rilevamento e Intervento delle Specie Aliene Invasive nelle Isole Canarie è emersa nel 2017 come un’esperienza pilota del Governo delle Isole Canarie per localizzare, identificare, analizzare, controllare o sradicare nuovi focolai o popolazioni di specie aliene invasive o con potenziale invasivo, impedendo così il loro stabilimento o espansione.

Recentemente, e secondo il catalogo spagnolo delle specie aliene invasive, le Isole Canarie sono state ufficialmente designate come punto focale della Rete di Allerta dello Stato, creando così la Rete di Allerta Precoce delle Isole Canarie.

La gestione della piattaforma e l’intervento delle risorse della rete si basano sulla partecipazione dei cittadini, attraverso la notifica della presenza di una specie aliena invasiva.

Così, sia il portale web che l’applicazione mobile.