Da questo lunedì gli spagnoli che sono immunizzati contro il covid-19 non devono presentare alcun test negativo per entrare nelle isole Canarie.

Le isole sono la seconda comunità che applica questa misura dopo le Baleari, dove i PASSEGGERI NAZIONALI vaccinati possono entrare nell’arcipelago senza la necessità di portare un test dal 23 maggio.

Il Ministero della Salute del Governo delle Isole Canarie ha pubblicato ieri nel Bollettino Ufficiale delle Isole Canarie (BOC) l’ordine che esenta dalla presentazione di un test negativo di covid-19 le persone vaccinate che entrano nelle isole da altre comunità autonome (solo SPAGNA), a condizione che dimostrino la loro immunizzazione con una dose iniettata almeno 15 giorni prima del viaggio.

Il certificato di vaccinazione può essere ottenuto sul sito www.miscs.org, che richiede un’identificazione digitale.

Inoltre, il test non è più richiesto per i passeggeri che possono dimostrare di essere stati fuori dall’arcipelago per meno di 72 ore prima dell’arrivo, indipendentemente dal loro luogo di residenza, e per le persone che possono dimostrare con un certificato medico di aver avuto la malattia non più di sei mesi dal viaggio.

La carta o il documento che accredita il Servizio Sanitario delle Canarie che è stato ricevuto perla prima anche seconda dose di vaccino può essere ottenuto accedendo al portale miSCS (www.miscs.org), all’interno dello spazio web miHistoria.


Questo spazio ospiterà anche, quando disponibile, il certificato EU Covid-19 per il viaggio, che certifica se siete vaccinati o se avete una PCR o un’immunizzazione negativa per aver passato la malattia.

Questo accreditamento è accessibile dal sito web SCS o attraverso le app iOS o Android.

Poiché contiene informazioni di alta sicurezza, l’accesso a questo portale richiede l’accreditamento attraverso i sistemi nazionali di identità digitale con il certificato digitale o il sistema [email protected]

In ogni caso, il web miscs.org dettaglia i passi da seguire per registrarsi; anche se è possibile accedere attraverso un nome utente e una password forniti dall’unità amministrativa del centro sanitario in cui è attaccato.