Ecovidrio e l’Associazione per la conservazione della biodiversità Canaria hanno lanciato questo venerdì la campagna “Rispettiamo ciò che è nostro”. Riciclare il vetro”, finalizzato alla protezione e conservazione delle specie in pericolo dell’arcipelago.

Questa azione, inquadrata nella Giornata Internazionale dell’Ambiente, mira a sensibilizzare la popolazione su come un gesto così semplice come depositare il vetro nei contenitori verdi previsti per esso ha un effetto diretto sulla cura e la protezione dell’ambiente, spiega Ecovidrio in un comunicato.

Il viceministro per la lotta al cambiamento climatico del governo delle Isole Canarie, Miguel Angel Perez, ha ricordato che le Isole Canarie sono il più grande hotspot di biodiversità dell’Unione Europea.

“Abbiamo più di 400 specie endemiche e questo ci rende importanti sulla mappa della biodiversità e responsabili quando si tratta di curarle, coccolarle e proteggerle”, ha detto.

La creatività di questa azione può essere vista in diversi spazi esterni, nei media e nei contenitori verdi di vetro che saranno distribuiti da diversi comuni dell’arcipelago.

Nel caso di Tenerife, spicca la pianta di jarilla de agache, con poco più di 160 esemplari registrati.


A Gran Canaria sono censiti solo 430 esemplari, circa, del fringuello blu, un abitante dei pini dell’isola gravemente minacciato.

Altre specie in pericolo che si riflettono in questa campagna sono la lucertola gigante di La Gomera, con circa 400 esemplari.

L’houbara canaria, con solo 550 esemplari in tutte le isole Canarie e solo 12 a La Graciosa.

Le guirre di Lanzarote, di cui sopravvivono circa 360 nell’arcipelago e solo 14 a Lanzarote.

Il tajinaste che abita le montagne di Jandia, Fuerteventura, e di cui solo circa 145 unità sono conservate.

Su La Palma c’è l’unica popolazione conosciuta del pico cernícalo, una specie della flora canaria con solo 25 esemplari vivi.

A El Hierro, la bencomia herreña, un arbusto endemico con solo 129 esemplari registrati.

Per quanto riguarda i dati sul riciclaggio del vetro nelle isole Canarie, in un anno segnato dalla pandemia, nelle isole sono stati raccolti attraverso il contenitore verde, un totale di 34.903 tonnellate di rifiuti di imballaggio in vetro, che mette il contributo di ogni cittadino in 16 chilogrammi pro capite (circa 55 contenitori a persona).