Il vescovo delle Isole Canarie, dopo le esternazioni di padre Baez: “È la goccia che ha fatto traboccare il vaso“.

José Mazuelos ha sottolineato che la Chiesa “non giustificherà mai la morte di minori per infedeltà”.

Il vescovo della diocesi delle Isole Canarie, José Mazuelos, ha criticato duramente le manifestazioni “molto infelici” di padre Baez e ha avvertito che saranno prese misure contro di lui.

“È la goccia che ha fatto traboccare il vaso”, ha detto.

Questo è quello che ha detto nelle dichiarazioni ai media dopo i ripetuti messaggi di Fernando Baez Santana, conosciuto come ‘Padre Baez’, giustificando l’omicidio di Anna e Olivia e dando la colpa del crimine alla “infedeltà” della madre delle ragazze.

Il vescovo ha assicurato che “non c’è alcuna ragione o giustificazione” per difendere questo crimine e ha ricordato che domenica scorsa la diocesi delle Isole Canarie ha emesso un comunicato in cui ha chiarito che si è dissociato dalle dichiarazioni del parroco.


Non è la prima volta che padre Baez è stato coinvolto in polemiche per le sue dichiarazioni.

Infatti, José Mazuelos stesso ha ammesso che non pensa che tutte le sue azioni siano meravigliose.

In ogni caso, ha insistito che “tutte le determinazioni che devono essere fatte” saranno prese, ma sempre seguendo il Codice di Diritto Canonico.

Il vescovo ha detto che, finora, l’unica misura precauzionale che sarà presa sarà quella di proibire a padre Baez di continuare a fare dichiarazioni su questo crimine.

Ha anche detto che la Chiesa è una famiglia e “nelle famiglie ci sono gli intelligenti, gli sciocchi e i più audaci”.