Il capo dell’esecutivo ha sottolineato che il governo approverà questa decisione perché si stanno rispettando “punto per punto e scrupolosamente” tutti gli obiettivi.

Il presidente del governo, Pedro Sánchez, ha annunciato questo venerdì che le mascherine non saranno più obbligatorie negli spazi esterni da sabato 26 giugno.

Nel suo discorso alla chiusura della riunione del Circolo dell’Economia, tenutasi al W Hotel di Barcellona, ha spiegato che convocherà un Consiglio dei Ministri straordinario giovedì per approvare la misura.

Sanchez ha detto che sarà possibile tornare a “godere di una vita in strada senza mascherine” e ha ringraziato la disciplina di tutti i cittadini durante la pandemia, il lavoro di Sanidad e servizi essenziali.

“Le nostre strade, i nostri volti, recupereranno il loro aspetto e, pertanto, voglio dirvi che la gioia di vivere della società spagnola e catalana è la gioia di vivere dei suoi rappresentanti nelle istituzioni pubbliche e nel governo della Spagna”, ha detto.

Il capo dell’esecutivo ha sottolineato che il governo approverà questa decisione perché sta adempiendo “punto per punto e scrupolosamente” tutti gli obiettivi che erano stati fissati sulla crisi sanitaria.


“La Spagna sta andando avanti, noi stiamo andando avanti, ci stiamo lasciando alle spalle quella che la scorsa estate abbiamo chiamato nuova normalità e ci stiamo avvicinando alla normalità”, ha applaudito.

Egli ha anche elogiato il lavoro del governo durante la pandemia, sia economicamente con l’ERTE, come la strategia di vaccinazione e la gestione dell’anno accademico evitando la chiusura delle scuole, così ha assicurato che hanno dato una “risposta efficace da tutte le aree della pandemia”.