Le isole Canarie stanno pensando di limitare la mobilità al possesso di un certificato di vaccinazione

Questa nuova misura si aggiungerà all’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della vendita di test antigenici nelle farmacie.

Certificato digitale COVID UE

Il governo delle Canarie sta considerando di limitare la mobilità all’interno degli stabilimenti pubblici alla disponibilità del certificato di vaccinazione come una delle nuove misure per controllare il covid-19 nelle isole, che questa settimana manterranno i loro attuali livelli epidemiologici tranne Fuerteventura, che sale al livello 3 e La Palma al livello 2 di allarme.

Il portavoce del governo, Julio Pérez, e il ministro della salute, Blas Trujillo, hanno informato la conferenza stampa dopo il Consiglio direttivo che l’obbligatorietà di questo certificato sarà studiata in quegli stabilimenti dove si svolge “qualche relazione sociale”.

Hanno indicato che questa nuova misura sarà aggiunta all’approvazione da parte del Consiglio dei ministri della vendita di test antigenici nelle farmacie.


Julio Pérez ha sottolineato che più di mezzo milione di persone hanno già scaricato questo certificato di vaccinazione, e ha aggiunto che si tratta di estendere agli stabilimenti pubblici ciò che è già stato fatto negli alloggi turistici.

Per quanto riguarda il mantenimento dei livelli nonostante l’aumento dei casi a Tenerife e Gran Canaria, il ministro della salute ha sottolineato che il cambiamento dei livelli tiene conto dell’interazione di diversi parametri e ha negato un atteggiamento “più lassista” su queste due isole rispetto ad altre come Fuerteventura e La Palma, che stanno aumentando i loro livelli.

Tuttavia, ha avvertito che se il numero di casi continua ad aumentare, potrebbero essere apportate modifiche ai livelli di rischio pandemico.