Sfilate di moda nel Centro Commerciale El Muelle promuoveranno la moda mare made in Gran Canaria.

L’evento “Summerland ¡Vive el verano!” celebrerà la sua terza edizione dal 28 al 30 luglio.

La terza edizione di Summerland ¡Vive el verano!, l’evento per promuovere le creazioni di moda fatte sull’isola, si svolgerà dal 28 al 31 luglio e avrà uno spazio pop-up situato nel centro commerciale El Muelle per la vendita diretta.

Questo è stato annunciato dal Consiglio dell’Isola, che ha spiegato che l’evento sarà anche accompagnato da diverse sfilate di moda di costumi da bagno e accessori da spiaggia degli stilisti di Gran Canaria Moda Cálida e di altri nuovi talenti, il tutto in una zona della città particolarmente legata al mare, come il Parque Marítimo Santa Catalina.

Summerland fa parte del programma Gran Canaria Moda Cálida, un insieme di azioni realizzate dal Cabildo dell’isola durante tutto l’anno, volte principalmente alla promozione e al marketing locale.

Si basa sul concetto di “vedere e comprare” e il suo obiettivo è quello di avvicinare al pubblico i costumi da bagno e gli accessori prodotti a Gran Canaria.


Summerland mira a promuovere la moda made in Gran Canaria, gli accessori da spiaggia, il modo di essere.

Il presidente, Antonio Morales, ha spiegato che “tutte le azioni promozionali di Gran Canaria Moda Cálida hanno portato a un aumento dei punti vendita fisici, quasi il 20% dal 2017 e il 45% dei punti vendita online, così come un miglioramento dei dati di fatturato, che nel 2019 si è stabilizzato dopo l’aumento registrato nel 2018 (46,6%)”.

Allo stesso modo, Morales ha assicurato che in termini di nuovi talenti, dal 2016 hanno progressivamente aumentato le borse di studio nei centri di formazione (attualmente raddoppiate rispetto al 2015) e hanno creato la Scuola Gran Canaria Moda Cálida.

L’assessore all’Industria, Commercio e Artigianato, Minerva Alonso, ha assicurato che l’evento è emerso “nel 2018 con una vocazione puramente locale per sostenere le aziende e la commercializzazione di costumi da bagno e accessori”.

Per questo motivo, saranno presenti influencer locali legati al mondo della moda e del lifestyle.

“Il nostro obiettivo è che le spiagge delle Canarie si riempiano di costumi da bagno e bikini fatti qui, sull’isola, da Gran Canaria Moda Cálida”, ha concluso l’assessore.

Venti marchi sono stati selezionati per partecipare a Summerland, di cui 16 sono espositori e quattro partecipano solo alle sfilate.

Di questi, cinque sono stilisti che appartengono a Gran Canaria Moda Cálida: Suhárz, LadyBag’s Cris e Pedro Palmas-Palmas Swimwear, così come Arcadio Domínguez, Aurelia Gil, Como la trucha al trucho, Nuria González Swimwear e Rubén Rodríguez, che prenderanno parte alle sfilate del venerdì.

Le aziende partecipanti mostreranno costumi da bagno da uomo e da donna, biancheria intima e accessori da bagno, così come abbigliamento per bambini e bambine delle collezioni già presenti nei negozi, in modo che tutti i modelli esposti in passerella possano essere acquistati sul posto nell’area shopping pop-up.

La passerella sarà situata all’esterno, nella zona conosciuta come Parque Marítimo Santa Catalina, accanto a La Marquesina.

Questa struttura sarà utilizzata per le sfilate di moda. I modelli sfileranno al livello inferiore e il pubblico sarà seduto sulla tribuna esistente.

Si interverrà il meno possibile, sfruttando le possibilità dello spazio dopo il suo rimodellamento, che è stato convertito in un piacevole punto d’incontro per godere del paesaggio portuale.

Le sfilate avranno luogo giovedì 29 luglio alle 19:30 nel caso della moda per bambini e alle 20:30 nel caso degli adulti.

Venerdì 30 luglio alle 20:30 sarà il turno delle sfilate di Gran Canaria Moda Cálida con una performance live dei Los Salvapantallas.

In ogni caso, le sfilate saranno trasmesse in streaming attraverso i canali di Gran Canaria Moda Cálida.

Attualmente la capacità stabilita è di 130 persone, ma non è escluso che si debba ridurre ulteriormente o addirittura che si faccia senza pubblico e si possa seguire esclusivamente attraverso le reti sociali.