Le due facce dei concorsi d’istruzione: 152 posti vacanti e 399 candidati vincitori senza posto

Il 28,4% dei posti vacanti di Matematica rimane vacante nelle Isole Canarie, così come il 20% di quelli di Lingua e il 19% di quelli di Geografia e Storia.

I concorsi per insegnanti che si sono appena svolti nelle isole Canarie hanno lasciato 152 posti vacanti su 1.377 posti offerti, perché non c’erano abbastanza candidati adatti in dieci specialità.

D’altra parte, ci sono 399 persone che non otterranno un posto d’insegnante nonostante il superamento della fase concorsuale perché nelle loro zone c’erano più candidati che hanno superato i test che posti disponibili.

L’offerta pubblica di lavoro nell’educazione delle Canarie quest’anno prevedeva 1.204 posti vacanti per insegnanti secondari, 155 per il corpo dei tecnici FP e 18 nelle scuole di lingua.

Dei 152 posti che sono rimasti vacanti, il 70% è concentrato in tre materie chiave dell’istruzione secondaria, matematica, lingua e letteratura e geografia e storia, secondo i dati a disposizione una volta valutata la fase dei concorsi.


Così, 47 dei 165 posti nella specialità di matematica sono rimasti vacanti e delle quasi 1.200 persone iscritte alle prove, i tribunali hanno deciso che solo 129 avevano il livello per passare, una tendenza che si è ripetuta nel resto delle comunità autonome dove si sono tenuti i concorsi per insegnanti.

Nel caso di Lingua e Letteratura, con 1.160 persone iscritte, 129 candidati sono passati con 160 posti in offerta – il 19,3% è rimasto vacante – mentre in Geografia e Storia, dove si erano iscritti circa 1.400 candidati, 133 sono passati con 164 posti in offerta, lasciando vacante il 18%.

Inoltre, 13 posti in tedesco, 12 in inglese, sette in francese, cinque in inglese per le scuole di lingua, tre in Organizzazione e gestione commerciale, due in Manutenzione dei veicoli e uno in Elettrotecnica e sistemi automatici non sono stati aggiudicati.

Particolarmente eclatante è il caso del tedesco nell’istruzione secondaria, dove l’86,6% dei posti offerti è rimasto vacante: erano 15 e solo due persone hanno superato la fase concorsuale.

D’altra parte, ci sono quelle specialità in cui le commissioni di selezione hanno approvato più candidati che posti offerti.

Così, 399 persone che hanno superato la fase concorsuale non potranno accedere a un posto nell’istruzione pubblica canaria.

Questo accade in 25 delle 37 specialità incluse nel processo di selezione e di solito si verifica chiamata dopo chiamata.

Anche se ci sono casi eccezionali con percentuali molto alte di candidati vincenti, più di tre volte il numero di posti disponibili.

È il caso della specialità di Orientamento Educativo, con 144 candidati che hanno superato la fase concorsuale per soli 40 posti (1.200 persone si erano iscritte in questo settore).

O in Intervento socio-comunitario, con 83 candidati vincitori per 20 posti.

Sono seguiti dalla specialità del Disegno, con 73 persone che hanno superato le prove per 35 posti.

Questo gruppo di persone che hanno superato i concorsi ma senza un posto chiede da anni che il Ministero dell’Educazione regionale trovi un modo per scalare le liste di assunzione degli insegnanti e poter ottenere prima un lavoro in classe.

Recentemente, i sindacati e l’amministrazione dell’educazione hanno raggiunto un accordo sul riordino delle liste – l’ordine non è ancora stato pubblicato – volto soprattutto a garantire posti di lavoro al gruppo di insegnanti interinali con diversi anni di esperienza di insegnamento.

Il sistema divide le liste in tre blocchi di preferenza e il secondo blocco sarà preso da persone che hanno superato i concorsi senza esperienza di insegnamento e sono rimaste senza posto, il che dà loro più opportunità di lavoro.