La moda made in Gran Canaria ha vissuto un salto di qualità negli ultimi anni, sia nella promozione che nella commercializzazione.

I punti vendita fisici sono aumentati di quasi il 20% dal 2017 e del 45% quelli online, e il fatturato è aumentato del 46,6% nel 2018 ed è rimasto stabile nel 2019.

Queste sono alcune delle conclusioni del webinar “L’evoluzione commerciale della moda in Macaronesia” organizzato dal Ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato del Cabildo de Gran Canaria in collaborazione con l’Associazione dei Creatori Moda Spagna (ACME), che ha riunito 122 aziende e persone legate alla moda provenienti da Spagna, Portogallo, Canada, Cile, Colombia, Italia o Perù.

Per l’assessore all’Industria, Commercio e Artigianato, Minerva Alonso, incaricata di aprire il webinar, questo progresso non potrebbe essere spiegato senza il programma “Gran Canaria Moda Cálida” lanciato dal Cabildo per incoraggiare l’industria della moda dell’isola e che celebra il suo 25° anniversario.

Durante questo periodo hanno sostenuto e accompagnato i nuovi creatori come assi principali di lavoro, hanno raddoppiato le borse di studio nei centri di formazione e hanno creato la Scuola di Gran Canaria Moda Cálida.

Alonso ha affermato che “per la nostra isola, questo spazio di promozione e l’apertura di canali di marketing con la Macaronesia, significa anche metterci sulla mappa europea.


Fare un altro passo verso l’internazionalizzazione e che le nostre aziende, le principali protagoniste, possano stabilire scambi che le facciano crescere e progredire in questo progetto di un’isola dove la moda è legata alla nostra destinazione, ma è anche parte attiva della nostra economia.

Il webinar ha visto la partecipazione di importanti professionisti del settore della moda e del design delle Isole Canarie, del resto della Spagna, di Madeira e delle Azzorre.

La sessione mattutina ha affrontato il marketing, l’internazionalizzazione e la digitalizzazione delle aziende di moda, con il fondatore della ditta Duarte, Carlos Duarte, la consulente di moda internazionale Alexandra Pisco e il fondatore della società di consulenza di strategia digitale Lin3s, Iñaki García.

Nel pomeriggio è stata la volta del dialogo e dello scambio di esperienze tra creatori di moda e stilisti di Gran Canaria, Tenerife, La Palma. Azzorre e Madeira, che è stato moderato dal direttore esecutivo dell’Associazione dei creatori di moda in Spagna, Pepa Bueno.

L’azione fa parte del progetto Interreg “cooperazione imprenditoriale per l’accesso ai mercati esteri e l’attrazione di investimenti dell’industria della moda e dell’abbigliamento nella regione macaronesica (MODAMAC)” che prevede una sovvenzione di 400.000 euro dai fondi FESR della Commissione Europea, e ha, oltre al Cabildo de Gran Canaria come principale beneficiario, con partner di Tenerife, La Palma, Madeira, Azzorre, Capo Verde e Senegal.

Gli obiettivi del progetto che è stato sviluppato dal 2019 sono: migliorare la capacità di esportazione del settore della moda nella zona di cooperazione per migliorare la sua competitività; aumentare la cooperazione regionale per la commercializzazione all’estero dei prodotti del settore della moda e rafforzare i canali esistenti di produzione, promozione e distribuzione dei prodotti di moda per aprire potenziali canali di distribuzione dei prodotti di moda nel mercato estero.