La Corte dei Conti, nella sua relazione sul settore pubblico regionale per l’esercizio 2018, pone l’Andalusia, Madrid, le Baleari e le Canarie come le comunità autonome con la più bassa spesa sanitaria pubblica in relazione alla loro popolazione.

In particolare, l’Andalusia ha speso 1.212 euro per abitante, la Comunità di Madrid, 1.274 euro per abitante, le Isole Baleari, 1.387 euro per abitante e le Isole Canarie, 1.399 euro per abitante.

Al contrario, l’organismo di controllo indica i Paesi Baschi come la regione con la più alta spesa sanitaria pubblica nel 2018 in relazione alla sua popolazione (1.753 euro per abitante), seguita dal Principato delle Asturie (1.676 euro per abitante) e dalla Comunità autonoma di Navarra (1.651 euro per abitante).

La spesa sanitaria pubblica consolidata nel settore è stata di 65.886 milioni di euro, pari al 5,5% del PIL.

La spesa media pro capite era di 1.415 euro per abitante.

In termini assoluti, La Rioja, Cantabria e Navarra sono le comunità autonome con la spesa più bassa.


Secondo il rapporto della Corte dei conti, la distribuzione della spesa sanitaria pubblica tra le regioni autonome e la sua importanza all’interno di ciascuna delle economie regionali può essere vista utilizzando l’indicatore della spesa sanitaria come percentuale del PIL.

Tuttavia, bisogna tener presente che i dati ottenuti a livello regionale non si spiegano solo con le differenze tra i livelli di reddito, ma anche con la solidarietà tra i territori.

Nel 2018, la spesa per la retribuzione dei dipendenti nelle Regioni Autonome ha raggiunto la cifra complessiva di 29.740 milioni di euro, che rappresenta il 47,4% della spesa consolidata del settore, e ha registrato un aumento del 3,8% rispetto all’anno precedente.

In questo contesto, Aragona è la comunità autonoma con la più alta percentuale dedicata alla remunerazione del suo personale, raggiungendo il 52,2%.

Nel 2018, la spesa per la farmacia delle regioni autonome è stata di 10.984 milioni di euro, il 16,5% della spesa consolidata.

Il contributo di questa spesa varia dal 13% nelle Baleari al 19,3% in Estremadura.