L’escursionismo con i bambini è uno dei modi migliori per avvicinare i più piccoli alla natura ed infondere in loro il rispetto per l’ambiente, facendoli crescere anche in modo sano.

Fortunatamente a Gran Canaria, nonostante che il terreno sia ripido, tuttavia ci sono alcune zone che permettono di iniziare le escursioni per bambini ed aumentare gradualmente il livello dei percorsi.

Un percorso semplice da fare con i bambini che ci porta alla confluenza di diversi anfratti che hanno origine nella zona di Tamadaba e Faneroque.

La caratteristica orografia del luogo lo rende uno spettacolo nella stagione delle piogge in quanto è ricco di varie cascate e di un grande laghetto, che dà il nome al luogo, dove possiamo fare un bagno rinfrescante alla fine della strada.

Questo è un altro dei luoghi dove è facile lasciarsi sorprendere da quegli strani personaggi che passeggiano per le montagne vestiti di neoprene.

Può essere allettante quando si arriva a Charco Azul voler continuare a progredire per andare a vedere le cascate che si vedono alla fine del burrone, ma sconsigliamo vivamente di provarlo se andiamo con bambini piccoli, poiché ci sono parti del sentiero che sono abbastanza esposti.


Lunghezza del percorso: 3,5 km.

Il Charco Azul si trova a pochi chilometri a piedi dal burrone e dalla città di El Risco nel comune di Agaete, a nord-ovest di Gran Canaria. È uno dei pochi angoli dell’isola con acqua tutto l’anno. Inoltre, nei periodi in cui ha piovuto molto, una cascata cade direttamente nel Charco Azul e fa avanzare l’acqua lungo il burrone.

Come arrivare a Charco Azul

  1. Da Las Palmas conviene arrivare ad Agaete. Superata Agaete, si continua verso ovest fino a raggiungere la cittadina e il burrone di El Risco, dove si potrà parcheggiare. In totale, sono circa 55 minuti di guida dalla città.
  2. Da Maspalomas, si dovrà guidare circa 1 ora e mezza. Allo stesso modo, si va verso Agaete senza, però raggiungerla perché El Risco è circa 14 chilometri prima. Quando si vedrà un cartello marrone che indica “Ravine El Risco“, cercare le aree di parcheggio indicate di seguito.

Se è domenica o festivo di solito ci sono problemi di parcheggio, trattandosi di un’escursione molto frequentata. Pertanto andare presto!!!

L’unico modo per arrivare a Charco Azul è a piedi. Pertanto, una volta parcheggiato il veicolo, ci dirigiamo verso le sbarre sulla curva in cui abbiamo parcheggiato. Il percorso è praticamente pianeggiante (non è circolare). In circa 30-45 minuti solo andata e altri 30-45 minuti indietro. 

In generale il sentiero non presenta molte difficoltà, tuttavia, se ha piovuto il percorso può presentare qualche difficoltà. Comunque, possiamo consigliare questo percorso ai più giovani data anche la breve distanza da percorrere, aggiungendo anche eventuali soste per le foto e un riposino.

Piccoli tratti del percorso richiederanno una certa attenzione, ma tutto tranquillamente superabile.

Il canale porta l’acqua in tutto il burrone. A seconda di quanto ha piovuto si potrà vedere più o meno acqua, ma sempre presente. 

Nella foto possiamo vedere il Charco Azul, meta della nostra escursione. C’è qualcuno che si fa anche il bagno, attenzione che l’acqua è salata.

Sulla via del ritorno, chi avesse voglia di un po’ di mare, può fare un salto alla spiaggia di El Risco dato che è molto vicina.

Spiaggia El Risco – È una spiaggia vergine di ciottoli e sabbia nera. Si trova a pochi metri da dove abbiamo parcheggiato l’auto. Si può, comunque riprendere la macchina e lasciarla nel parcheggio sterrato vicino al mare. La spiaggia di El Risco è molto tranquilla, ma non ci sono controlli né servizi, quindi attenzione al mare!

L’intera area si trova all’interno del Parco Naturale di Tamadaba e della Riserva della Biosfera di Gran Canaria.

Naturalmente per chi si sarà organizzato per il pranzo al sacco potrà consumare il pasto nel luogo che più crederà opportuno, per chi, invece, vorrà servirsi di un ristorante, si dovrà prendere la macchina e spostarsi per tratti relativamente brevi (circa 10 km) per raggiungere i seguenti ristoranti (al solito il responsabile dei consigli dei ristoranti e Trip Advisor):

1. Refugio El Hornillo     4,7/5

Indirizzo: Lugar El Hornillo 8, 35468  Agaete

Telefono: 928 55 95 18

2. Meson del Bocadillo     5/5

Indirizzo: Calle Nuestra Senora de las Nieves 21, Agaete

Telefono: 659 09 22 77

3. Bar Caffetteria La MaGia     5/5

Indirizzo: Calle Cairasco de Figueroa 16-18 / Centro Comercial Puerto De Las Nieves, Agaete

Telefono: 669 32 90 62

4. Restaurant Casa Lolo 4,5/5

Indirizzo: San Pedro, Agaete1

Telefono: 928 89 83 29

Stefano Dottori