Il pendio della Zona Industriale Jinámar, situato sulla riva sinistra del barranco Real a Telde, è stato completamente riabilitato, grazie ai lavori realizzati dall’Assessorato alla Politica Territoriale del Consiglio di Gran Canaria, in cui sono stati investiti 265.342 euro, per porre fine allo stato di abbandono di una zona di grande impatto paesaggistico.

Questi lavori, che fanno parte del progetto di rigenerazione paesaggistica GC-1, hanno mitigato il grave deterioramento di questa zona, che coincide con l’uscita 6 della superstrada, e l’impatto visivo negativo che aveva sul pubblico e sui turisti che visitano l’isola e percorrono la strada.

L’assessore alla politica territoriale e al paesaggio, Inés Miranda, sottolinea che “questa azione costituisce una rigenerazione dell’ambiente, che contribuisce alla creazione del paesaggio, e invita i cittadini a prendersene cura, evitando azioni aggressive contro l’ambiente, e ad amare Gran Canaria prendendosi cura di ciascuno dei suoi spazi”.

Il pendio era molto degradato, con pendenze ripide e crepe nel terreno, senza vegetazione e con numerose buche, generate dalla sua instabilità e dall’erosione causata dalle precipitazioni. Inoltre, 5 grandi cartelloni pubblicitari illegali e 3 più piccoli erano stati eretti nella zona.

In questo scenario, i primi lavori consistevano nel rimuovere tutti i cartelloni pubblicitari, spianare i pendii e migliorare così la loro stabilità, riprofilare l’intero pendio, riempire le buche e posizionare un frangiflutti alla loro base.

In seguito, è stata installata una rete antierba per facilitare la sua conservazione, è stata coperta con rocce vulcaniche e ghiaia, è stato installato un sistema di irrigazione e sono stati piantati cactus, bouganville e oleandri.


Tutto questo è stato completato con la pulizia con mezzi meccanici e manuali dei rifiuti e degli scarichi, che si è estesa su 5.353 metri quadrati dell’area; e il condizionamento dei percorsi pedonali che collegano la zona con l’Avenida Joan y Víctor Jara de Jinámar, in modo che la connettività con la fermata dell’autobus che dà accesso a El Cortijo e la zona commerciale di Las Terrazas è stata migliorata.

A questo scopo, i sentieri sono stati segnati con tavole miliari di legno, le pendenze sono state modificate, e sono stati costruiti dei gradini di legno nei punti più ripidi.

Infine, anche la stazione di pompaggio delle acque reflue in questa zona è stata rinnovata.

In particolare, è stata dipinta, il suo recinto, i muri e altri elementi sono stati rivestiti in lastre di pietra, sono stati eretti muri e altri elementi, i muri sono stati alzati e un frangiflutti è stato collocato nella zona circostante.