Il buon ritmo con cui si sta realizzando la seconda fase della strada La Aldea-Agaete ha permesso di perforare quasi la metà dei 7.290 metri delle otto gallerie incluse nel progetto del nuovo percorso.

I due tubi che attraversano il massiccio di Faneque (Agaete), circa 4.120 metri tra loro, sono al 70% traforati, e quattro delle cinque gallerie che uniranno i due corridoi sono state perforate.

Questo progresso è “un buon segno che questa strada sarà operativa nella prima metà del 2022, come promesso dai responsabili del Ministero regionale dei lavori pubblici”. 

Questo permetterà agli utenti della strada attuale di evitare di dover viaggiare all’aria aperta lungo un tratto zigzagante e pericoloso i cui rischi si moltiplicano quando le condizioni meteorologiche sono avverse. 

Il tunnel di Guguyllo di 600 metri e la sua galleria di evacuazione sono stati completamente scavati da un paio di mesi.

Questa parte del futuro percorso non entrerà in servizio fino alla costruzione del viadotto di El Risco, il cui progetto ha dovuto essere sostanzialmente modificato.


Ci vorranno solo quattro o cinque minuti per lasciare il tunnel di La Aldea e raggiungere il barranco di Segura, dove si trova la bocca nord di Faneque.  

Uno dei tagli più importanti è attualmente centrato nella zona di Guayedra, dove il portale sud del cosiddetto tunnel numero sette incontra il portale nord del tunnel numero sei, che correrà in direzione del viadotto del barranco di La Palma.

Secondo Roque Aldeano, il primo, di circa 325 metri, è già stato scavato per circa 130 metri.

Il secondo, di 800 metri, ha praticamente delineato il suo ingresso, così come la galleria di evacuazione che, con 400 metri, correrà parallela alla suddetta galleria.

Un altro dei punti in cui il lavoro è stato più difficile è stato il collegamento del nuovo percorso con il quartiere di El Risco, proprio all’entrata sud di Faneque. 

È stato necessario incanalare diversi barrancos e affrontare la durezza di alcune zone del terreno per raggiungere l’ingresso delle gallerie, che si trovano a un livello piuttosto alto.

Al momento il progetto iniziale viene modificato per collegare l’uscita di Faneque con la GC-200 in un punto diverso da quello inizialmente previsto.

Nelle vicinanze del chilometro quattro in direzione di La Aldea, i trattori stanno lavorando per raggiungere le bocche dei tunnel 8 e 9, quello in direzione di Agaete sarà lungo 247 metri, e quello che si collegherà con il tunnel di Guayedra sarà lungo 247 metri. 

Delle otto gallerie previste per il nuovo percorso Agaete-el Risco, solo la galleria numero cinque, che collegherà le gallerie di Faneque con il burrone di La Palma, e l’ultima galleria e la galleria numero dieci, che si collegherà con una rotonda a circa 300 metri dal centro del villaggio di Marian, devono ancora essere completate. 

Il nuovo corridoio dovrebbe essere pienamente operativo entro il 2025, il che permetterà di completare il percorso tra Agaete e La Aldea in circa venti minuti.