Ritorna in cinque sedi nella capitale di Gran Canaria dopo essere stato sospeso nel 2020 a causa della crisi sanitaria.

La cultura musicale, letteraria, artistica ed estetica degli anni 40, 50 e 60 rivivrà nuovamente nella capitale di Gran Canaria il prossimo ottobre durante la celebrazione della 4ª edizione dell’InternacionalBig Bang Vintage Festival, che l’anno scorso non ha avuto luogo a causa della lotta contro la pandemia.

Organizzato ancora una volta da “La Brújula Guía de Ocio y Cultura”, il festival lascia quest’anno il Parco San Telmo, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, per svolgersi in altri cinque luoghi della capitale.

L’Alameda de Colón, il Club del Libro, la Biblioteca Insulare, l’edificio Miller e il Teatro Guiniguada.

Inoltre, diverse attività parallele si terranno in luoghi di Vegueta e nella zona di Triana.

“Il nostro festival, contrariamente a quanto pensano alcuni, non è solo musicale. È vero che la musica è predominante, ma c’è anche spazio per tutto, dalla letteratura ai fumetti, alla decorazione e alla gastronomia che ricorda la cultura degli anni 40, 50 e 60”, ricorda Javier Viera, direttore di questo evento insieme a Berta Hidalgo.


Il Big Bang Vintage Festival dell’anno scorso è stato molto popolare all’Holiday World e al The Paper Club, il che ha spinto Viera e il suo team a lanciare questa complessa quarta edizione, che avrà luogo tra il 7 e il 12 ottobre.

“Riceviamo richieste di informazioni da molti luoghi, perché vogliono conoscere il programma e le date per pianificare i loro viaggi e soggiorni.

Nelle edizioni precedenti abbiamo avuto persone provenienti da diverse parti della penisola e persone che sono venute dall’Italia, dalla Germania e persino una coppia dal Sudafrica, approfittando del fatto che avevano una famiglia sull’isola dove stare.

Molte persone vengono anche da altre isole, perché è l’unico festival di questo calibro che si svolge nell’arcipelago”, spiega.

La sezione musicale, in cui stili come lo swing, il rockabilly, il rock and roll, il blues e anche lo spirito yeyé dei leggendari guateques, prenderà vita con le diverse performance previste al The Paper Club, al Teatro Guiniguada e all’edificio Miller nel Parco di Santa Catalina.

In particolare, venerdì 8 ottobre si terranno i primi concerti a Miller, con la band di Tenerife The Vinylos e Los Magnéticos di Lanzarote.

Il giorno seguente, alle 15, al The Paper Club, suonerà Marcos Sendarrubias, un riferimento nazionale del rock and roll.

Nello stesso locale, alle 21.00, suonerà un altro nome illustre e veterano della scena rock nazionale, la band asturiana Trash Tornados.

L’ultimo spettacolo della giornata, dalle 23, sarà della band madrilena Lucky Dados. Guidati da Pedro Herrero (chitarra e voce), Carlos López (contrabbasso e cori) e Carlos Mirat (batteria), riempiranno il Paper Club con la loro personale visione di rockabilly, pun-krock, country e swing.

Domenica 10 ottobre, sempre al The Paper Club, la band Tony & The Jumpers di Gran Canaria intratterrà il pubblico dalle 15.00, seguita da uno dei momenti salienti di questa edizione, La Perra Blanco Trío, alle 16.45.

Questa band di Cadice debutta al Festival Internazionale Big Bang Vintage per presentare il suo nuovo album, guidata dalla giovane cantante e chitarrista Alba Blanco, insieme a Guillermo ‘LaBestia’ e Juan ‘Spacey’ Andújar.

Il teatro Guiniguada ospiterà l’ultimo concerto di questa edizione il 12 ottobre, a partire dalle 17.30, della band di Tenerife Nicotine Swing.