Circa 150.000 candidati sosterranno gli esami questa domenica per candidarsi a uno dei 3.381 posti di lavoro a tempo indeterminato offerti da Correos per svolgere mansioni di consegna in zone rurali e urbane e per compiti di logistica e servizio al cliente negli uffici di tutta la Spagna.

Nelle isole Canarie, 10.591 candidati sosterranno gli esami per 96 posizioni.

I test si svolgeranno simultaneamente in 160 località in 32 città, con posti in tutte le province, in particolare 2.356 posti per compiti di distribuzione, 505 per agenti di smistamento e 520 per il servizio clienti negli uffici.

Il sindacato dei dipendenti pubblici Csif ha criticato il ritardo del bando e che il numero di posti vacanti non soddisfa le esigenze dell’azienda.

Secondo la Csif, Correos dovrebbe creare almeno 10.000 posti di lavoro supplementari, tenendo conto che negli ultimi anni un posto di lavoro su tre è stato distrutto e che l’azienda ha attualmente un 30% di dipendenti a carattere temporaneo nella sua forza lavoro, che le impedisce di rispettare i termini di consegna, secondo il sindacato.

Correos ha spiegato che si tratta di una chiamata congiunta che comprende i posti corrispondenti ai tassi di sostituzione approvati nel 2019 (1.381 posti), così come 2.000 posti di quelli contemplati nel piano di stabilizzazione del lavoro temporaneo 2018-2020, firmato con le organizzazioni sindacali CCOO, UGT, Csif e Sindicato Libre.


Per l’azienda, l’alto numero di domande ricevute riflette il riconoscimento del marchio Correos come un datore di lavoro di qualità e la sua valutazione come una società attraente per lavorare e ottenere un impiego stabile e una carriera professionale.

Circa 5.650 dipendenti lavoreranno tutto il giorno per garantire il buon funzionamento dei test, che a causa della pandemia si terranno con riduzioni di capacità tra il 30% e il 50%, a seconda delle regole di ogni comunità autonoma e provincia, che ha richiesto un aumento di 32 sedi di esame.

Queste prove, di natura eliminatoria, saranno completate da una successiva fase di merito, in cui saranno valutate l’esperienza, le patenti di guida (se del caso), le lingue e la formazione necessaria per lo svolgimento del posto.