Il regolamento stabilisce che per accedere agli stabilimenti di alloggio turistico nelle isole è necessario dimostrare di essere negativi.

Il Ministero del Turismo del Governo delle Isole Canarie ha annunciato mercoledì che sta per avviare le procedure per l’esecutivo per annullare il requisito di un certificato di vaccinazione o un test diagnostico negativo per l’accesso agli alloggi turistici nelle isole Canarie.

Yaiza Castilla, assessore al turismo, ha fatto questo annuncio dopo aver incontrato i presidenti delle quattro associazioni di datori di lavoro del turismo delle Canarie, Industria e Commercio, una misura che è dovuta al “progresso della vaccinazione in Europa e nelle Isole Canarie” e “l’esistenza di una procedura di controllo dei viaggiatori stranieri negli aeroporti di fronte alla pandemia”.

“L’idea è che le strutture ricettive delle isole non dovranno più occuparsi di questa procedura con l’inizio dell’alta stagione invernale a novembre, quando si prevede un maggiore afflusso di clienti”, ha spiegato il ministro in un comunicato.

Di conseguenza, inizierà il processo di abrogazione del decreto legge di misure straordinarie nel turismo per affrontare gli effetti della crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia.

Questo regolamento stabilisce che per accedere agli stabilimenti di alloggio turistico nelle isole, è necessario dimostrare di essere esenti da covid-19, o con un test diagnostico, un certificato di vaccinazione o di aver superato la malattia, o con una dichiarazione responsabile di non aver lasciato le isole nei 15 giorni precedenti l’alloggio, nel caso dei residenti delle Canarie.


Il consigliere del governo delle Canarie e le associazioni dei datori di lavoro concordano sulla necessità di “eliminare il doppio controllo esistente” negli aeroporti e negli alloggi e “allentare le misure”, al fine di “rafforzare l’immagine delle Isole Canarie come destinazione turistica e garante di alti standard di protezione sanitaria per i suoi visitatori”.

Le misure di protezione hanno contribuito “a minimizzare le situazioni di bassa domanda turistica per paura di focolai epidemiologici”, ma ora “le condizioni sono diverse e ci sono maggiori mezzi di protezione, come la vaccinazione”, ha detto il ministro.

Yaiza Castilla solleciterà il governo delle Canarie ad abrogare il decreto legge affinché questa misura possa essere convalidata dal Parlamento.