Il 30 settembre, la Guardia Civil del distaccamento del porto di La Luz e Las Palmas ha intercettato diverso materiale e medicinali senza controlli sanitari che erano stati contrabbandati tra il carico di un peschereccio cinese senza essere legalmente importati.

Nello specifico, la maggior parte del materiale era relativo ad articoli per la protezione da Covid-19, in quanto sono state intercettate 90 tute DPI, 1200 mascherine, gel idroalcolici e 292 scatole di medicinali di origine cinese con diversi principi attivi indicati per altre patologie e malattie.

In un comunicato, la Benemérita ha sottolineato che si tratta di un reato di contrabbando in aggiunta ai requisiti richiesti per garantire l’importazione di prodotti sanitari in Spagna.

Le prime azioni sono state realizzate durante le ispezioni preventive effettuate dalla Guardia Civil al Porto nei registri fiscali e doganali stabiliti, individuando un veicolo con diverse scatole di effetti clinici e vari tipi di medicinali che non avevano la documentazione fiscale e sanitaria obbligatoria in questi casi.

Gli agenti hanno poi svolto indagini che hanno permesso di verificare che i medicinali erano arrivati al porto di La Luz all’interno di un peschereccio, battente bandiera cinese, che è stato poi ispezionato e sono stati trovati altri medicinali camuffati tra il resto del carico.

Da parte sua, la Guardia Civil ha sottolineato che per importare questo tipo di prodotti sanitari è necessario che l’azienda o la persona che effettua l’operazione ottenga una licenza sanitaria rilasciata dall’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari (AEMPS), che fa capo al Ministero della Salute.


Tra gli altri requisiti, la licenza obbliga l’importatore ad avere un responsabile tecnico sanitario, un magazzino approvato e una relazione tecnica che dimostri il rispetto delle norme in termini di strutture, processi, certificazioni, ecc.

Infine, il materiale sequestrato è stato messo a disposizione dell’Amministrazione delle dogane e delle imposte speciali di Las Palmas de Gran Canaria, in attesa del trattamento del corrispondente dossier per infrazione di contrabbando, ed è stato informato il Servizio Sanitario del Governo delle Canarie.