Las Palmas de Gran Canaria è nella fase finale della sua candidatura a “Città creativa della musica” dell’UNESCO, un’iniziativa partecipativa, promossa dal Consiglio del Settore Cultura della città, con l’appoggio di diversi enti e attori sociali, e che proietta il legame storico della città con la musica, la sua connessione con il proprio sviluppo urbano e la sua condizione multiculturale permanente in questa sezione.

La capitale di Gran Canaria è una delle due città spagnole sostenute dalla Commissione Nazionale Spagnola per la Cooperazione con l’UNESCO per entrare nella Rete delle Città Creative di questa organizzazione internazionale nel 2021, insieme a Manises (Valencia) nella sezione Artigianato.

La candidatura ha già ricevuto l’appoggio di una dozzina di entità nazionali che hanno espresso il loro sostegno alla capitale di Gran Canaria nello sviluppo di un processo complesso e rigoroso che si risolverà il prossimo novembre: l’organizzazione ha richiesto della documentazione, e la città ha più che soddisfatto questo requisito.

La principale destinazione urbana delle Isole Canarie combina l’attrazione delle sue eccezionali condizioni naturali – clima, mare e natura – con la cultura e il suo potente calendario di eventi. Infatti, la musica ha sempre fatto parte del DNA di Las Palmas de Gran Canaria.

L’esposizione permanente alle influenze esterne, l’interesse a rimanere connessi alle tendenze e un patrimonio proprio che non ha mai smesso di essere presente hanno definito la storia d’amore unica della città con la musica. Durante tutto l’anno, la capitale di Gran Canaria offre una vasta gamma di musica, concerti ed eventi in luoghi illustri o nelle strade.

Tutte queste entità e associazioni hanno dichiarato che l’auspicata inclusione nella Rete delle Città Creative della capitale di Gran Canaria “è uno strumento per consolidare l’importanza di tutte le forme di cultura e creatività per lo sviluppo sostenibile della città”, proprio nel 2021, dichiarato dalle Nazioni Unite come Anno Internazionale dell’Economia Creativa e dell’Economia Sostenibile.