Las Palmas de Gran Canaria terrà il primo WOMAD post-pandemia dall’11 al 14 novembre nel Parco di Santa Catalina, con una line-up di artisti di alto livello, con una proposta globale e contemporanea che risponde ai principi fondanti di questo incontro con la musica mondiale.

Più di 40 attività, tra cui concerti, conferenze e workshop, completano un programma che vede la partecipazione di Oumou Sangaré (Mali), Ana Tijoux (Cile), Amparanoia (Spagna), Noura Mint Seymali (Mauritania), Noura Mint Seymali (Mauritania), Dubioza Kolektiv (Bosnia ed Erzegovina), Canzionere Grecanico Salernitano (Italia), Cimafunk (Cuba), Lova Lova (Repubblica Democratica del Congo) e Raúl Rodríguez ‘Flamenco Fusion Power Trio’ (Spagna), oltre a un totale di 26 progetti musicali.

In questa occasione, il programma si impegna alla presenza di una maggioranza di artiste nazionali e internazionali, donne che difendono i loro progetti personali o guidano le band di cui fanno parte.

Dalla maliana Oumou Sangaré, cantante e attivista, vincitrice di Grammy, imprenditrice e difensore dei diritti delle donne, ambasciatrice di buona volontà della FAO e instancabile nella sua lotta contro il matrimonio infantile e la poligamia.

La cilena Ana Tijoux, un’altra attivista i cui testi hanno sempre preso posizione nella lotta femminista e contro la violenza di genere.

Amparanoia, il progetto musicale di Amparo Sánchez, che ha una lunga carriera musicale e denuncia la violenza sulle donne, che lei stessa ha vissuto in prima persona.


Il festival celebra il ritorno dei grandi eventi con un ampio programma di 26 concerti, tre sessioni di DJ e laboratori per adulti e bambini, riunendo nuovamente paesi e culture dopo quasi due anni di forzato isolamento internazionale.

Ancora una volta, sarà offerta una tavolozza stilistica ampia e varia, con il meglio della musica tradizionale e delle radici, l’incrocio culturale e anche l’avanguardia, la più contemporanea della world music.

Oltre a queste nuove proposte, ci sarà un buon numero di proposte e artisti locali, dal rock senza etichette di Said Muti e Ron Voodoo;

al grunge di Basic Needs, l’hard rock di Foxy Mammals o il dub di The Conqueror Project;

ai suoni onirici di Daniel Negrín;

l’R&B di Laura Low e le selezioni musicali di El especialista Manel Ruiz, Woodhands e Ras S.O.S., che completano una line-up di lusso.

Questa edizione di WOMAD Las Palmas de Gran Canaria avrà tre aree recintate, ognuna con la propria capacità di posti a sedere e il proprio controllo di entrata e uscita.

Per accedere ad ogni tappa, sarà necessario acquistare un biglietto, che può già essere ottenuto gratuitamente sul seguente sito web www.lpacultura.com.

Per gli spazi aperti, sarà possibile ottenere biglietti al giorno, presentando il biglietto corrispondente ad ogni controllo di capacità, ma è obbligatorio indossare una mascherina in ogni momento.

Per la Miller Hall, i biglietti saranno richiesti per concerto. Per i workshop e le altre attività, i biglietti gratuiti saranno disponibili al pubblico nel prossimo futuro.

I palchi saranno situati a Santa Catalina (palco principale), nella Plaza de Canarias e un terzo nell’edificio Miller.

La capacità stabilita è di 4.500 persone per il palco Santa Catalina (in piedi), 3.000 per il palco Plaza de Canarias (in piedi) e 192 per la sala Miller (seduti).

Per i concerti in spazi aperti sarà obbligatorio indossare una mascherina e si raccomanda sempre di seguire tutte le misure precauzionali stabilite dalle autorità sanitarie per evitare possibili contagi.