La nuova ordinanza sulle spiagge stabilisce la creazione di aree specifiche per la pratica del nudismo, saranno delimitate tramite cartelli.

Il Comune permetterà la pratica del nudismo nelle spiagge di El Confital, La Gaviota e Bocabarranco. E lo farà allestendo aree speciali per mezzo della segnaletica.

Questo è dichiarato nel nuovo testo dell’ordinanza sulla spiaggia che è stato approvato questo martedì in commissione e che deve ancora ricevere l’appoggio del consiglio completo.

Il regolamento, che è stato in cantiere per più di quattro anni, stabilisce un espresso divieto di nudismo sulle spiagge “considerate urbane, cioè Las Canteras, Las Alcaravaneras, San Cristóbal, La Puntilla de San Cristóbal e La Laja, comprese le piscine naturali”.

L’ordinanza estende il divieto di fumare a tutte le spiagge e nega la pratica della pesca nelle zone di balneazione, tranne nel caso di La Laja.

Qui la pesca è permessa tra il 1 ottobre e il 31 maggio (eccetto la domenica e i giorni festivi) e tra le 20.00 e le 9.00.


La portavoce di Ciudadanos, Lidia Cáceres, ha descritto questa ordinanza martedì come “molto insufficiente, che dimentica le questioni di accessibilità, eliminazione delle microplastiche o scarichi acque reflue”.

Per David Suárez, di CC, il regolamento è obsoleto senza essere implementato e denuncia il fatto che le ore di utilizzo delle biciclette a Las Canteras sono limitate da 01.00 a 08.00.

Il consigliere non iscritto José Antonio Guerra fa notare che non regola anche la possibilità di registrare film o pubblicità, o la musica di Playa Viva. E l’assessore Carmen Guerra critica la mancanza di partecipazione alla sua redazione.

Lunedì, il PP aveva descritto il testo della nuova ordinanza come deludente.