Il percorso di questo mese, l’ultimo dell’anno, è abbastanza facile ed i suoi quasi 5 km possono essere percorsi in circa 3 ore. Si tratta di un percorso circolare facente parte del Parque Natural de Tamadaba – Reserva de Biosfera de Gran Canaria. Il dislivello che bisogna superare, tanto in ascesa che in discesa è di 281 m.. Questo circuito può essere fatto tutto l’anno.

L’area di Tamadaba ha una delle pinete meglio conservata del nord dell’isola di Gran Canaria, in una zona unica per il dolce pendio degli anfratti e per gli stupendi boschi di pini di montagna. In quest’escursione, che spicca anche per la presenza delle grandi colonie di cactus e tabaibales, è possibile visitare alcuni villaggi isolati – di cui vari abbandonati – di importante valore archeologico, vicino all’oceano, come El Risco e la valle della Guayedra.

Punto di partenza – Casa nella foresta di Tamadaba

Punto finale di arrivo – Casa nella foresta di Tamadaba

Mezzi di trasporto – Veicolo privato

Lunghezza del percorso circolare – 4,9 km


Copertura cellulare – Intermittente

Consigli – Indossare calzature adeguate, oltre a indumenti caldi – Indossare un berretto o cappello e/o protezione dalla pioggia – Fare il trail sempre in compagnia e con il cellulare – Portare acqua e qualche alimento a sufficienza.

Vista panoramica della costa di Gáldar e Agaete – Il percorso conduce dalla casa forestale di Tamadaba fino alla rupe di Faneque, offrendo una vista panoramica della regione nord-occidentale di Gran Canaria, con sullo sfondo le comunità di Gáldar e Agaete. Con una lunghezza totale di oltre quattro chilometri, il percorso supera un dislivello medio di 266 metri. Tamadaba ospita è il 25% della flora endemica dell’isola e il 20% dell’arcipelago.

1. Casa nella foresta – Abbiamo iniziato dalla casa forestale Tamadaba, una costruzione integrata nella pineta ai margini della strada, che dispone di una stazione meteorologica. Tamadaba è stato un luogo tradizionalmente sfruttato, ma in cui è stato mantenuto un’eccellente pineta naturale, oltre ad essere un’area di eccezionale ricchezza botanica tra le sue scogliere

dove si rifugiano un gran numero di vegetali caratteristici della regione.

2. Pini delle Barbados – Attraversiamo una pineta umida, un’eccezione sull’isola di Gran Canaria, dove predominano le pinete secche.

3. La grotta del calzolaio – Questa grotta è scavata nella roccia in parte con una parete frontale ed una porta che protegge l’interno. Veniva sfruttata per conservare le risorse della pineta come aghi di pino (fungevano da letto per il bestiame) e carbone.

4. Burrone della scogliera – A sinistra del crinale del Faneque vediamo il Barranco del Risco  una piccola frazione che appartiene al comune di Agaete. È conosciuta come il quartiere di Charco Azul, per la presenza di acqua dolce nel letto del burrone El Risco.

5. Vista su Agaete – La vista sulla costa nord-occidentale di Gran Canaria è splendida dal versante nord del Lomo de Faneque; ai nostri piedi il Barranco de Guayedra, sulla costa il Puerto de las Nieves con a destra Agaete nel burrone del suo nome che fiancheggia Tamadaba a nord, sulla punta il faro di Sardina del Nord e chiudendo, più lontano, la vista della montagna di Gáldar con l’antica capitale aborigena alle sue pendici.

6. Morro de Las Lechugas – Concludiamo il sentiero su questa collina, che è un punto di vista eccezionale sul Roque Faneque, dopo aver attraversato la zona di Los Pasitos. La vista è verticale ed eccezionale; ai nostri piedi la scogliera cade vertiginosamente sul mare. È un luogo dove possiamo godere di viste panoramiche che giustificano la via del ritorno, dove coglieremo l’occasione per vedere la pineta di Tamadaba nel suo splendore.

Note – Il massiccio di Tamadaba è un campione eroso dei primitivi edifici vulcanici del Pliocene,

con un’età di circa cinque milioni di anni. Vedere il fringuello blu non è difficile su questa via e può anche capitare di vedere il corvo o i rapaci tra le scarpate che ci accompagnano attraverso la

collina verso Faneque.

Naturalmente, chi per il pranzo vorrà servirsi di un ristorante, dovrà prendere la macchina e spostarsi per tratti relativamente brevi (circa 10 km) per raggiungere i seguenti ristoranti (al solito il responsabile dei consigli dei ristoranti e Trip Advisor):

1. Refugio El Hornillo     4,7/5

Indirizzo: Lugar El Hornillo 8, 35468  Agaete

Telefono: 928 55 95 18

2. Meson del Bocadillo     5/5

Indirizzo: Calle Nuestra Senora de las Nieves 21, Agaete

Telefono: 659 09 22 77

3. Bar Caffetteria La MaGia     5/5

Indirizzo: Calle Cairasco de Figueroa 16-18 / Centro Comercial Puerto De Las Nieves, Agaete

Telefono: 669 32 90 62

4. Restaurant Casa Lolo 4,5/5

Indirizzo: San Pedro, Agaete1

Telefono: 928 89 83 29

di Stefano Dottori