Sono stati trovati esemplari morti di Tadorna ferruginea, una specie inclusa nel libro rosso degli uccelli spagnoli come in pericolo.

La piattaforma Salvar las Charcas de San Lorenzo ha rimproverato il Comune di Las Palmas de Gran Canaria per l’abbandono di questo spazio che fa parte del Paesaggio Protetto di Pino Santo e nel quale nei giorni scorsi sono apparsi due uccelli morti in uno dei suoi stagni, come ha denunciato in un comunicato.

Gli uccelli in questione sono due anatre color cannella, una specie elencata nel libro rosso degli uccelli spagnoli come in pericolo e che è nella categoria di interesse speciale nel catalogo nazionale delle specie minacciate, secondo la piattaforma nel comunicato.

Diversi agenti ambientali del Cabildo Insular de Gran Canaria hanno raccolto i due cadaveri per studiare la causa della morte, aggiunge la nota.

Si scagliano contro la negligenza della squadra del governo municipale e avvertono del rischio di deterioramento della zona.

La piattaforma ricorda che lo scorso settembre il Consiglio comunale ha deciso all’unanimità in una sessione plenaria di creare un parco agro-ambientale nella zona e di studiare la possibilità di raggiungere un accordo con i proprietari dei terreni per un uso pubblico dell’area mentre si fanno progressi nell’acquisto dei terreni, ma si rammarica che “è nel cassetto dei dirigenti della capitale”.


La piattaforma evidenzia la situazione strategica della Charcas de San Lorenzo, che è stata riconosciuta da varie organizzazioni come zona di transito per gli uccelli migratori.

“I pochi uccelli rimasti”, aggiunge la piattaforma, “sopravvivono in diversi stagni, situati a meno di 800 metri dal centro commerciale Alisios, dove più di cinquanta specie, alcune di grande importanza ecologica e in pericolo di estinzione, hanno utilizzato la zona umida per secoli, per vivere, nidificare o passare l’inverno.

Qui abbiamo potuto vedere aironi e anatre, aironi cenerini, merli, gheppi, aquilotti, pivieri, gallinelle d’acqua, chiurli… tra altri esemplari, e che fanno parte del paesaggio protetto di Pino Santo.

La verità è che la Plataforma Salvar las Charcas de San Lorenzo non ha visto alcuna intenzione di realizzare questo progetto, mentre altri progetti di parchi per la zona come il Parque de La Mayordomía o quello nel quartiere di La Suerte vengono annunciati con grande clamore”.

La Società Ornitologica Spagnola (SEO Bird Life) considera la zona di “massimo interesse ornitologico” per la grande varietà di specie di uccelli che passano attraverso questa zona quando gli stagni hanno acqua, aggiunge la nota.

Nei periodi umidi, più di 40 specie di uccelli migratori e nidificanti passano attraverso i suoi 28 stagni, e hanno anche un valore etnografico poiché risalgono al XVII secolo, secondo la piattaforma ambientale.