La Montaña Blanca, passeggiata ragionevolmente facile

E’ necessario prima raggiungere il Centro visitatori “El Portillo”, che si trova sulla strada TF-21 che attraversa il Parco Nazionale del Teide, fino alla sua estremità settentrionale. Se avete una macchina il viaggio dalle località del sud durerà oltre un’ora, ma ci sono anche servizi di autobus – il numero 342 da Las Americas, via Los Cristianos e il numero 348 da Puerto de la Cruz.

El Portillo è aperto dalle 9 alle 16 tutti i giorni dell’anno, tranne il giorno di Natale e Capodanno, e ha anche uno spazio espositivo che illustra la geologia del Teide e il Parco Nazionale. Si parcheggia qui.

È possibile ottenere una mappa, ma la passeggiata è molto ben segnalata e facile da seguire. Vedrete un grande cartello all’inizio della passeggiata, con una mappa del tracciato. La passeggiata Montaña Blanca è un buon antipasto per gli escursionisti inesperti, il sentiero è ben segnalato, in quanto è utilizzato anche da jeep, guidate dai rangers del parco del Teide.

Mentre si procede lungo il sentiero che lentamente sale, il paesaggio comincia ad aprirsi intorno a voi.

Il primo posto che si raggiunge è un balcone panoramico, che offre una fantastica vista sul nord-est dell’isola, più il lato nord di Las Cañadas, con le scogliere di La Fortaleza. Il sentiero sale a zig-zag su per la montagna e quindi vedrete gli “Huevos del Teide” (uova del Teide), enormi massi di basalto rotondi che, durante una antica eruzione, sono stati espulsi fuori dal flusso di lava principale. Nel mezzo di questo terreno sterile, fate attenzione ai piccoli ciuffi di violetta del Teide e gioite se riuscite a vederne, sono piuttosto rari.

Alla fine, si arriva ad un sentiero che devia dal sentiero principale. E’ la via per la vetta del Teide, e c’è un cartello, che avverte eventuali escursionisti che intendono prendere questa strada, che possono farlo solo con l’obbligatorio permesso. La Montaña Blanca non necessita di alcun permesso, seguite “Sendero 7” segnato in verde mantenendo l’ampio sentiero. Come si raggiunge la montagna, il sentiero si biforca in due, e si può scegliere da che parte si va per girarle attorno. La vetta offrirà una vista superba del Parco Nazionale e del “paesaggio lunare” dei suoi dintorni. Per completare la passeggiata, si deve obbligatoriamente tornare indietro in discesa fino al punto di partenza.


Lunghezza percorso: circa 7 chilometri

Dislivello: 500 metri

Le regole per una bella gita

Indossare scarpe adeguate!

Indossare un cappello, meglio se a tesa larga

Indossare abiti a strati, adatti agli oltre 2.000 metri di quota

Prendere acqua con voi

Proteggersi bene dal sole, con crema solare: non c’è ombra sul tragitto!

Meglio da farsi in estate. In inverno è possibile incontrare la neve e nebbia fitta.

Centro visitatori El Portillo, tel: (+34) 922 290129.

 

Bina Binella