Lettere al Direttore

Egregio Direttore,

mi presento sono Patrizia De Girolamo, mi congratulo con Lei per il periodico LeggoTenerife, che seguo sempre anche dall’Italia. Io vengo in vacanza a Tenerife da parecchi anni, adesso, visto anche l’avvicinarsi della mia pensione, sto meditando ad un trasferimento.

Ci sono alcune cose però che non mi risultano chiare: non ci si annoia a stare tutto l’anno al mare, alla spiaggia, circondati da un clima psichico di vacanza? Nel senso che, per una donna che ha sempre lavorato come me, non potrebbe essere che la vita appunto vacanziera mi venga a noia? Ci sono manifestazioni culturali nell’isola, tipo mostre, musei o altro? Un teatro di opera lirica? Buon lavoro a tutto lo staff!

 

Buon giorno signora Patrizia, grazie dei complimenti che fa sempre piacere ricevere. Allora sicuramente, per una persona abituata all’attività lavorativa, passare improvvisamente alla vita di vacanza “forzata” può creare qualche difficoltà! Ma qui a Tenerife ci sono molte attività a livello hobbistico che si possono intraprendere: molti gruppi di “senderismo” organizzano gite e passeggiate o camminate in luoghi incantati, e ce ne sono moltissimi, al nord poi ci sono sia musei che teatri, a La Laguna e a Santa Cruz, e poi per finire ci si può dedicare al volontariato, sia per i bambini che per gli animali. Io sono certo che non si annoierà qui a Tenerife, basta saper scegliere, di cose da fare ce ne sono almeno per un 10 anni!

Franco Leonardi