Persi 1.300 posti di lavoro nel settore culturale

Fino a due anni fa (2011/2012) circa 15.600 persone nelle Isole Canarie erano impiegate nel settore culturale, ma dal 2013 il totale dei lavoratori nello stesso settore è sceso a 14.300. Questi dati sono stati pubblicati dall’Annuario di Statistica Culturale del Ministero dell’Educazione e dello Sport per il 2013, dai quali si evidenzia un calo di 24.100 posti di lavoro in tutta la Spagna nello stesso periodo, cioè da 481.700 a 457.600 persone che lavorano nel settore. Tra gli altri dati di interesse economico, l’annuario rileva che nel periodo 2011-2012 sono state chiuse in tutta la Spagna 1.978 aziende operanti nel settore culturale.

Il Governo Centrale ha assegnato nel 2010 circa 1.050 milioni di euro per il settore, mentre nel 2011 poco più di 956 mila euro. Se si guarda alle isole Canarie singolarmente, nel 2008 l’Amministrazione Regionale ha stanziato circa 63.000.000 di euro, ma già nel 2011 la cifra è scesa a poco più di 34 milioni.