Canyoning

Un’attività nella natura con livello di difficoltà basso o medio

Il canyoning o torrentismo conta, nel terreno dell’isola, eccellenti opportunità per la pratica, grazie al grande numero di barranchi presenti a Tenerife. Particolarmente spettacolare è il Barranco di Carrizal nel massiccio del Teno, con acqua e numerose corde doppie brevi, anche se è necessario considerare che le norme di protezione del falco pescatore (o guincho come lo chiamano i Canari), specie gravemente minacciata di estinzione, impediscono l’accesso durante la stagione di nidificazione, da febbraio a giugno.

Altri canyons affascinanti sono quelli del Río ad Arico, e di Badajoz in Guimar. Il barranco del Río nella città meridionale di Arico, probabilmente il più lungo dell’isola, corre lungo un percorso, con l’acqua, molto impegnativo, visto che inizia a più di due mila metri di quota. Tuttavia, il canyon di Badajoz, nella città di Guimar, anch’esso nel sud dell’isola, è secco e molto impegnativo, fin quando non si raggiunge il percorso “turistico”. In entrambi i casi, si susseguono delle spettacolari corde doppie, che consentono il massimo divertimento. Anche il Parco Rurale di Anaga ha degli intriganti canyons, come il Barranco di Taborno, facile e con un contorno spettacolare.