Mirador de Boca Tauce

Se lo si guarda da qui, il Pico Viejo ruba la scena al Teide. Le nere colate della sua ultima eruzione nel 1798 si mescolano con quelle marroni e ocra degli altri materiali vulcanici. Le ginestre punteggiano di verde questo paesaggio apparentemente desertico.

Il belvedere di Boca Tauce si trova all’incrocio delle strade TF 21 e TF 38, all’interno del Parco Nazionale del Teide. Da questo punto di vista unico si può vedere l’accoppiata Teide – Pico Viejo, che raggiunge il suo punto più alto nel cono terminale, ad un’altitudine di 3.718 m. Le colate di lava slittano lungo le pendici di questo spettacolare vulcano, acquisendo una varietà di colori, a seconda dell’età delle emissioni di lava. Le più antiche sono di colore scuro, che cambierà nel tempo, diventando rossastro a causa dell’ossidazione dei materiali.

I tipi di lava che si possono vedere da questo punto di osservazione sono del tipo “aa” (chiamato malpaís nelle Canarie) e “pahoe-hoe”, a seconda della composizione del magma e della temperatura al momento della colata. Le “pahoe-hoe” sono lisce e le “aa” sono invece ruvide e taglienti, ed è difficile camminarci sopra.

Da Costa Adeje l’ascensione al Parco Nazionale del Teide si effettua da sud a nord, percorrendo la carretera TF-21, passando per Vilaflor e attraversando il Parco Naturale della Corona Forestale. Al km 53 della strada s’incontra il primo punto panoramico, chiamato Boca de Tauce. Qui il paesaggio cambia completamente, da rigogliose pinete ad un paesaggio arido e lunare causato dalla lava proveniente dall’eruzione vulcanica, sempre con la splendida cornice del Teide.

Il prossimo punto panoramico sarà la Zapatilla de la Reina (NdR Pantofola della Regina), un po’ più in alto.

Bina Binella