Il presidente della FEHT di Las Palmas, Fernando Fraile, anticipa che la linea aerea comincia a volare dopo la Pasqua, con due voli giornalieri da Tenerife e Gran Canaria a Madrid.

La piattaforma aerea Canaria, intesa come linea aerea e tour operator, gestiti dai due operatori turistici delle isole, Ashotel e FEHT, in collaborazione con alcuni Cabildos, sarà una realtà nel mese di aprile, quando ci si aspetta che la società operi i suoi primi voli tra le isole e la capitale della Spagna.

Lo scopo di questa iniziativa è aumentare l’offerta di voli per le isole, e quindi ottenere che i cittadini paghino di meno (NdR magari anche guadagnare qualcosina, forse). Secondo i dati che sono stati esaminati finora dalla struttura alberghiera della provincia di Tenerife, sarebbero sufficiente 20 milioni di euro per creare la società e iniziare ad operare con quattro aeromobili A330. Non si tratterà solo di una compagnia aerea, ma di un progetto più ampio, questa sarà un vero tour operator. La caduta di alcune compagnie aeree e dei tour operators a livello nazionale ha prodotto un grande buco, che forse non si è notato tanto per il calo turistico che c’è stato.  Ma in ogni caso i turisti ci sono, continuano ad avere voglia di fare vacanze, e avendo reddito disponibile lo faranno, e gli operatori che sono ora sul mercato avranno serie difficoltà ad assorbire tutto il mercato che ci potrà essere.

Ricordiamo che l’idea di avere nelle Canarie una piattaforma di questo tipo si sta rimuginando da alcuni anni, e si è intensificata dopo la crisi della Spanair, che ha interessato direttamente i collegamenti della penisola con l’arcipelago. A tale idea hanno lavorato amministrazioni come il Cabildo di Tenerife, che in varie occasioni ha espresso il suo sostegno ai negoziati di Ashotel per la nascita di una compagnia aerea con capitale canario, ma ha anche insistito sul fatto che non entrerà nel capitale di questa futura compagnia aerea.