Autorizzata la firma digitale per i notai

Il Ministro dell’Economia, delle Finanze e di sicurezza, Javier González Ortiz e il ministro della Presidenza, Giustizia e Uguaglianza, Francisco Hernández Spinola hanno firmato un accordo di collaborazione triennale tra la Pubblica Amministrazione delle Isole Canarie e il decano del Collegio dei Notai Canari, Alfonso Cavallé, che sancisce il riconoscimento dei certificati elettronici di certificazione dell’Agencia Notarial de Certificación (ANCERT). Non sarà quindi d’ora in poi più necessario, per i notai e le notarie, recarsi fisicamente presso le strutture dell’Amministrazione Autonoma, per presentare un documento o per motivi fiscali e immobiliari, ma da ora potranno utilizzare le loro firme elettroniche, attraverso i siti web dei vari ministeri. Il contenuto del documento elettronico non può essere alterato, per cui è garantita l’assoluta autenticità dello stesso e l’identità della persona che firma. I cittadini e le imprese potranno quindi presentare e pagare dal notaio le tasse per i trasferimenti patrimoniali e gli atti giuridici documentati, le successioni e le donazioni. L’innovazione favorisce anche l’adempimento volontario degli obblighi fiscali. Al ricevimento dell’autoliquidazione della tassa, l’amministrazione fiscale Canaria restituirà al notaio autorizzato dal contribuente il giustificativo della presentazione telematica e, nel caso, la ricevuta del pagamento del tributo. L’accordo, che non comporta alcun costo per l’esecutivo, sarà in vigore fino al 31 dicembre 2014 e sarà rinnovato automaticamente ogni anno.