MANI FAMOSE: Bermuda Bowl del 1975

12-bridge-game1pag19 mani famose - Bermuda Bowl del 1975La Bermuda Bowl del 1975 fu forse la più controversa di tutti i tempi.

In risposta alle pressanti richieste degli americani, fecero il loro esordio sulla scena dei Campionato Mondiali i ”sipari” e la squadra USA, come buona parte della popolazione bridgistica a stelle e strisce, si aspettava di poter fare finalmente polpette degli italiani, ora che non avrebbero più potuto farsi i segni.

Contrariamente alle aspettative e nonostante la squadra azzurra fosse fortemente rinnovata, l’incontro si svolse con un’alternanza da cardiopalma, e non mancò nemmeno l’accusa di farsi i segni con colpetti di piede sotto il tavolo, che coinvolse le nuove leve Zucchelli e Facchini. La quintultima smazzata trovò l’Italia in vantaggio di soli 12 imps e, mentre in una sala gli americani mantennero con una surlevèe il piccolo “slam” a SA, nell’altra, i fuoriclasse azzurri Garozzo e Belladonna, approdarono al “grande slam” a fiori.

Forse, il più famoso “grande slam” della storia del Bridge.

 

pag19 mani famose - Bermuda Bowl del 1975-soluzSOLUZIONE


L’emozione di mantenere il “grande slam” spettò a Giorgione, che dopo aver tagliato l’Attacco, giocò subito una fiori per il Dieci di Ovest e la Dama del Morto e poi batté l’Asso di “atout”.

Se il “grande slam”, chiamato così sconsideratamente dai “super big azzurri”, fosse caduto, la Coppa sarebbe finalmente andata agli americani per soli 4 imps! La notazione tecnica più interessante riguarda il mancato camuffamento di Ovest, che avrebbe potuto passare il Re di fiori al primo giro, simulando un singolo, invogliando Belladonna a cercare di catturare il 10 quarto di fiori di Est.

Cosa tecnicamente alla portata di un super campione come il nostro Giorgione, che avrebbe potuto supporre, per ipotesi di necessità, questo schema alternativo:

nel quale avrebbe tagliato il 10 di picche al Morto costringendo Est al sottotaglio e poi, muovendo cuori avrebbe catturato in sorpasso di taglio il 10 secondo di Est. Finale a cui non sarebbe mai potuto arrivare, visto che Est avrebbe tagliato il 3° giro di picche! La smazzata, che ha il suo “par” a 2220, con i suoi 16 “atout” consente 17 prese (13 a SA, a fiori e a picche per N/S e 4 a cuori per E/O), falla la Legge di uno.