Moto: una guida sicura a Tenerife

pag17 2014-04-21-425Un “lampeggio” a tutti… Questo mese vi parlerò di alcuni aspetti legati alla circolazione in strada qui a Tenerife. Faccio una premessa… chi vive qui già da qualche anno si sarà sicuramente accorto del notevole aumento di traffico. Negli ultimi mesi sembra praticamente raddoppiato!!! Mancanza di parcheggi, colonne alle uscite dell’autopista, inquinamento acustico e atmosferico etc., soprattutto concentrato nella zona sud dell’isola.

Il forte aumento di turismo e di residenti ha scatenato un meccanismo, a mio parere, negativo. Le strade iniziano a non farcela veramente più!!! Girare in moto ti dà la possibilità di vedere come tutto questo sia cambiato. Uno dei fattori “rischio” è la presenza di turisti che, spesso, non sapendo che strada prendere, eseguono manovre azzardate non rendendosi conto degli errori che fanno. Gli Inglesi, abituati ad avere la guida a destra e condurre di conseguenza a sinistra, fanno fatica ad abituarsi e in più di un’occasione ho notato invasione di corsie e ingressi in rotonde al contrario!!! Un altro fattore è la presenza di bus che percorrono strade dove già fa fatica a passare una macchina, come nel caso della zona dell’Anaga. Frequenti sono le soste per permettere a questi “bestioni” di non rimanere incastrati tra una macchina e la roccia.

pag17 2014-04-21-427Qui arriviamo noi, i motociclisti!!! Vi è quasi una totale mancanza di rispetto, dovuto ad una scarsa cultura “motociclistica”, la gente è abituata a guidare troppo vicino al centro della corsia e spesso, nelle curve, tendono ad invadere gli spazi con la conseguenza di creare incidenti. Raramente si accostano per permetterti di passare, dove potremmo essere più agili e di conseguenza diminuire il traffico. Nonostante tutto ciò, guidare la moto qui è un’esperienza bellissima e appagante, e con questo quindi non voglio spaventare nessuno, al contrario, ho solo voluto parlare dei casi più estremi che qualunque buon motociclista conosce. I panorami, la natura e le strade stesse, ti caricano di emozioni intense, ma allora se vogliamo godere a pieno di queste sensazioni, perché non farlo in maniera sicura? Sarebbe pressoché impossibile cambiare la mentalità degli automobilisti, quindi cambiamo la nostra!!! Possiamo guidare le nostre moto in maniera più fluida e sicura eseguendo traiettorie diverse, che dobbiamo imparare perché “istintivamente non le faremmo”. Quindi un mio consiglio è quello di non correre mai e guidare in maniera più consapevole, le strade non sono una pista, bisogna sempre avere mille occhi e rispettare tutto ciò che ci circonda.

La vostra guida vi appagherà totalmente.

Un saluto a tutti

Maxxx – www.tourcanary.comwww.lobosdecanarias.es