Tornano le feste sulle spiagge come attrattiva turistica

pag09-summer-beach-peopleL’assessore al Turismo di Adeje, Rafael Dolado e il consigliere delle coste di Arona, Antonio Sosa, difendono la celebrazione di questi eventi, a condizione che non danneggino il litorale.

Essi concordano sull’importanza di poter ripristinare la celebrazione di feste “moderate” sulle spiagge di entrambe le città turistiche. La nuova legge costiera, approvata nel maggio dello scorso anno, apre la porta alla celebrazione di tali eventi per i turisti,  a condizione che si rispetti la massima cura per l’ambiente e ci sia un piano di sicurezza con adeguate garanzie. Questo tipo di feste sarebbero molto diverse dai grandi concerti che si concludevano con le spiagge gravemente danneggiate. Le municipalità sono quindi in attesa che il regolamento venga adottato. Attraverso queste norme, quando un promotore chiede di organizzare una di queste feste, il consiglio deve esprimere parere favorevole o contrario, ma è la Demarcación de Costas che autorizza o impedisce lo svolgimento della manifestazione. Per l’assessore al Turismo, una cena con festa d’addio in alcune delle spiagge di Costa Adeje è una iniziativa “che dà ai partecipanti un’immagine molto buona della località”.

Questo tipo di attività genera occupazione, ed è ovvio che, in questi casi, i costi delle attività di sicurezza dovrebbero essere sostenuti dagli organizzatori dell’evento che, svolgendosi vicino al mare è molto attraente per i turisti e i residenti e questo gli garantisce un alto tasso di successo. Le feste sulle spiagge tornano ad essere considerate quindi un’attrazione irrinunciabile, pur nel pieno rispetto dell’ambiente.

(dalla Redazione)