Si sono rimpicciolite le scarpe o ingranditi i piedi?

pag18_scarpeLa popolazione mondiale è più alta e più pesante, e crescono anche i piedi, mediamente più grandi di due taglie dal 1970 ad oggi, sia per i maschi che per le femmine. Lo svela un’indagine inglese condotta da esperti del The College of Podiatry, da cui è anche emerso che, mediamente, un uomo possiede 9 paia di scarpe, una donna 17 paia. L’indagine, riportata online dal sito della BBC, settore Salute, svela che il piede medio di un maschio è passato dalla taglia 42 al 44 e mezzo in 40 anni; nello stesso periodo di tempo il piede della donna si è allungato passando mediamente dal numero 37 al 39 (!). Infatti molte sono le adolescenti che faticano a trovare scarpe della loro misura, scarpe intese come scarpe eleganti e non da ginnastica.

I podologi hanno eseguito un sondaggio su 2000 individui, ed è emerso anche che per molti degli intervistati vi è la percezione che i propri piedi siano divenuti più lunghi e larghi, e che sia più difficile trovare scarpe che calzino bene. Secondo l’esperto del College of Podiatry, un settore della ricerca in seno alla Society of Chiropodists and Podiatrists, i piedi stanno divenendo più grandi (sia in lunghezza sia in ampiezza della pianta) perché le persone tendono ad essere più alte e a pesare di più. In particolare l’epidemia di obesità può essere un fattore che contribuisce all’aumento della larghezza del piede. (NdR anche se resta il dubbio che molte ditte calzaturiere abbiano “accorciato” le misure delle scarpe… non ci è noto sapere il perché, ma mentre una volta, soprattutto per una donna, avere numeri al di sopra del 39 era quasi una vergogna, oggi le nostre ragazze sfoderano scarpe fino al 42!)

(Bina Binella)