Contratti falsi a Tenerife, sgominata la banda!

Policia_Nacional_EDIIMA20140516_0128_13Gli Agenti della Polizia Nazionale, assieme ai colleghi della Brigata Provinciale di Santa Cruz, hanno arrestato 5 persone e imputato altre sei, tutte con l’accusa di vendita di contratti falsi. Il principale accusato è di nazionalità spagnola, mentre gli altri sono tutti nigeriani. Le indagini cominciarono ancora lo scorso anno, quando parecchi stranieri si sono rivolti all’ufficio del Lavoro e della Securidad Social per rinnovare il permesso di soggiorno o regolarizzarlo per la prima volta, con una serie di contratti a nome di una Ditta che apparentemente non esisteva. In cambio di questi falsi contratti di lavoro, presso ipotetiche imprese di pulizia nei condomini, i soggetti dovevano pagare 2.000 euro a testa, in base anche alla durata del contratto stesso. Inoltre sarebbero stati fatti contratti di lavoro anche a cittadini spagnoli, per ottenere benefici e sussidi statali. Questa attività fraudolenta era sviluppata soprattutto a Santa Cruz e nel sud di Tenerife, in questo caso grazie all’aiuto di un cittadino nigeriano che faceva da interprete con i suoi connazionali. La ditta inesistente è arrivata ad avere un debito con la Securidad Social di 40 mila euro.

(dalla Redazione)