Manteniamo il cibo

pag05_fruttaeverduraSempre più spesso dobbiamo gettare nell’immondizia il cibo perché si è deteriorato nel frigo, ecco qui alcuni trucchi per evitare questo spreco. La prima cosa da fare è di controllare la temperatura del frigo, dai 3,5 ai 5 gradi. Non tutta la frutta e la verdura possono stare assieme, per esempio le mele producono un gas (etilene) che fa maturare troppo velocemente l’altra frutta o verdura che si trova a fianco. Di solito lasciamo la maggior parte di frutta e verdura in frigo, ma il freddo può danneggiare alcune verdure, come pomodori, zucca e arance. Meglio usare sacchetti di carta o di plastica traforati, conservare gli avanzi sempre in contenitori chiusi, perché non prendano aria, altrimenti andranno di “male” in fretta…  L’aglio va conservato in un posto fresco asciutto e con buona ventilazione. I carciofi in un sacchetto di plastica perforato per mantenere l’umidità, come anche per il sedano, le melanzane, le zucchine, i broccoli e il cavolfiore, per la cipolla è da mantenere in un luogo scuro e secco ma lontana dalle patate, che sennò le asciugano l’acqua contenuta all’interno. Gli asparagi, dopo aver tagliato un pezzettino di gambo, quello più duro, metterli in un vaso come un mazzo di fiori e tenerli con acqua fresca. I funghi in sacchetto di carta in frigorifero, ma attenzione solo pochissimo tempo (1 o 2 giorni) dopodiché cominciano a marcire. Il finocchio semplicemente in frigo senza contenitore né di plastica né di carta. Gli avocados, se non sono ancora maturi, in un sacchetto di carta all’esterno, attenzione alle fragole fresche che si maturano molto velocemente e si ricoprono di muffa, quindi tenerle nella parte più fredda del frigo e coperte con la pellicola trasparente. Tutte le erbe da cucina, basilico, origano, rosmarino, alloro e prezzemolo freschi, vanno messe in un bicchier d’acqua, come un mazzo di fiori.

(Marta Zocchi)