Moda a colpo d’occhio

pag18_Giorgio-Armani_74In occasione delle ultime sfilate di Milano moda uomo, Giorgio Armani realizzerà uno spazio espositivo dedicato alla moda, al design e all’arte, frutto della riqualificazione di un immobile industriale dismesso in via Bergognone (nell’ex area Nestlé), accanto al quartier generale dello stilista. L’ufficializzazione del progetto, frutto della collaborazione tra pubblico e privato, è arrivata dal Comune di Milano. «L’amministrazione comunale e Giorgio Armani spa», si legge nella nota, «collaboreranno nel campo delle attività culturali ed espositive, per valorizzare il patrimonio di abiti, disegni ed esperienze che lo stilista ha deciso di raccogliere e mettere a disposizione della città». Oltre alla collezione permanente, lo spazio ospiterà mostre d’arte tematiche temporanee legate alla moda, al design, alla creatività, con particolare attenzione alle nuove generazioni di stilisti e designer.

 

Dal prossimo mese di ottobre, e fino a maggio 2015, prenderà il via, presso la Fondazione Gianfranco Ferrè, “Milano out of fashion”, il primo corso di alta formazione sulla cultura della moda consapevole, etica e innovativa, organizzato da Connecting Cultures. L’iniziativa risponde al grande dibattito mondiale sulla sostenibilità e sulla consapevolezza aperto da Expo 2015. Le lezioni si terranno una volta al mese (venerdì e sabato) e si rivolgono agli addetti ai lavori, ai giovani diplomati e ai professionisti del settore.

 

Crocs, brand di calzature in resina colorata, ha archiviato il secondo trimestre dell’anno con utili in picchiata del 17%, a quota 41 milioni di dollari (30,4 milioni di euro). In crescita invece i ricavi (+3,6%), che si attestano a 376,9 milioni di dollari (279,8 milioni di euro). In seguito alle performance negative, il brand ha comunicato che taglierà 183 posti di lavoro e chiuderà dai 70 ai 100 store di proprietà.